In ritardo rispetto ad altre regioni italiane, negli ultimi 10 anni la raccolta differenziata in Puglia è passata dal 12 al 41 per cento. Ma la metà dei rifiuti misti continuano a finire nelle discariche. Il dossier annuale di Legambiente ha premiato i 31 comuni “ricicloni”del 2016: al vertice della classifica si conferma Rutigliano (78,8%), seguito da Faggiano in provincia di Taranto (75,9%) e Monteparano (Ta) al 72,9 per cento. “Sono le città più piccole a dare l’esempio grazie a uno spirito comunitario”, ha detto Antonio Decaro, presidente Anci. Nei capoluoghi unici di provincia Barletta e Andria sono oltre il 65 per cento, Bari e Lecce si fermano al 37 per cento, chiude la classifica Taranto con il 16,3% di Rd.

L\'articolo continua sotto alla pubblicità

Il riconoscimento seconda categoria che fa riferimento nei primi nove mesi del 2017 vede ben 15 comuni baresi. Tra cui Bitritto (81%), Modugno (70,6%), Molfetta (68%). In crescita Mola di Bari, Polignano a Mare e le sottozone a nord di Bari (da Santo Spirito fino a San Giorgio). “Il servizio porta a porta avviato nell’area AroBari2 sta dando risultati importanti tra il 70 e il 75 per cento”, spiega nel video Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

SEI UN UTENTE PROFESSIONAL?
SCOPRI LE OFFERTE VODAFONE SU MISURA PER TE
La compilazione del form autorizza il trattamento dei dati inseriti per finalità di contatto commerciale (Regolamento (UE) 2016/679)
TEL. P.I.


caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here