Nella conferenza stampa che si terrà domani, lunedì 12 marzo, alle 10.30 nella Sala Consiglio del Rettorato, sarà presentato il progetto “Come in Uniba” per il potenziamento della mobilità e l’incoming di studenti internazionali dai Paesi dell’Africa e dell’America Latina.

Finanziato nell’ambito del Piano di Azione per la Coesione della Regione Puglia (Avviso pubblico “Azioni di transnazionalità delle Università pugliesi” del dicembre 2016), il progetto del C.A.P. dell’Università di Bari intende rafforzare la rete internazionale a disposizione degli studenti dell’Ateneo e mira al potenziamento dell’attrattività della formazione universitaria barese.

Per la prima volta, l’Università di Bari ha siglato un protocollo di rete che coinvolge tre università africane di Senegal, Kenya e Somalia e tre Atenei sudamericani di Argentina, Cile e Perù, attivando un partenariato unico nel suo genere che intende valorizzare i processi di transnazionalità e mobilità studentesca intercontinentale.

Attraverso la concessione di borse di studio della Regione, “Come in Uniba” consentirà a 30 studenti dei due continenti di frequentare i corsi dell’Ateneo barese scegliendo tra i 24 Dipartimenti che ne compongono la vasta offerta formativa, dove potranno acquisire crediti formativi spendibili nelle università di appartenenza e vivere un’importante esperienza interculturale, offrendola anche ai colleghi di corso.

Punto di forza di “Come In Uniba” la presenza di un Tutor Internazionale, studente dell’Università di Bari del corso di studi in Mediazione linguistica, Khairy Aboghali, traduttore ufficiale di sette lingue ed ex utente del Servizio C.A.P., con cui nel 2016 ha ottenuto l’equiparabilità del suo titolo di studio straniero in Italia.

La realizzazione del progetto è frutto della collaborazione tra il Centro per l’Apprendimento Permanente (C.A.P.) e il Dipartimento di Studi Umanistici (DISUM) che hanno curato la sottoscrizione degli Accordi quadro interistituzionali e degli accordi di Learning Agreement con le università estere, in stretto coordinamento con il Rettorato e la sezione Ricerca, Terza missione e Internazionalizzazione dell’Università di Bari.

Il referente scientifico dell’accordo quadro interistituzionale di incoming è ilMagnifico Rettore Antonio Felice Uricchio. I coordinatori scientifici degli accordi con le Università estere sono: per l’area africana (Senegal, Kenya, Somalia) laprof.ssa Fausta Scardigno, presidente del Centro Servizi di Ateneo C.A.P. (beneficiario del progetto) e delegata del Rettore al rapporto con gli studenti stranieri, e per l’area latino- americana (Cile, Perù e Argentina) il prof. Paolo Ponzio, direttore del Dipartimento di Studi Umanistici DISUM.

Alla conferenza stampa, a cui parteciperanno gli studenti africani e sudamericani vincitori della borsa di studio, è prevista la presenza del Magnifico Rettore Antonio Felice Uricchio, dell’Assessore alla Formazione e Università della Regione Puglia Sebastiano Leo, e dello staff di Ateneo impegnato nella realizzazione del progetto.

aqpfacile.it
progettoimmobiliaresrl.com
© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
SEI UN UTENTE PROFESSIONAL?
SCOPRI LE OFFERTE VODAFONE SU MISURA PER TE
La compilazione del form autorizza il trattamento dei dati inseriti per finalità di contatto commerciale (Regolamento (UE) 2016/679)
TEL. P.I.

caricamento...

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here