Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

Oltre 75 milioni di euro per i servizi di igiene urbana, 42 milioni per il trasporto, 57 milioni per il Welfare. Dopo 20 ore di dibattito, di repliche e controrepliche, il Consiglio comunale ha approvato la manovra di bilancio, il documento più importante di programmazione per la città di Bari.  La seduta, cominciata alle 9 e 30, si è conclusa all’alba, verso le cinque del mattino.

Il Bilancio

Ad illustrare il provvedimento l’assessore comunale al ramo, Alessandro D’Adamo e il direttore della ripartizione Giuseppe Ninni. Il Comune ha ritenuto di confermare le stesse tasse dello scorso anno, quindi non sono previsti aumenti.  “In definitiva – spiega l’assessore D’Adamo – anche quest’anno, come già annunciato, il carico tributario e tariffario complessivo a carico dei cittadini baresi rimarrà sostanzialmente invariato rispetto al 2017 e 2016, compreso il prelievo fiscale a titolo di TARI (Tassa rifiuti). È importante ribadire che, oltre alla invarianza del prelievo fiscale, rimangono attive le numerose esenzioni, riduzioni e agevolazioni in materia di TARI ed IMU che, nonostante richiedano un grosso sacrificio in termini di bilancio, permettono a una numerosissima platea di contribuenti un significativo risparmio annuo da destinare alle primarie esigenze delle rispettive famiglie. L’impegno che porteremo avanti è sicuramente quello di continuare con il lavoro di recupero sull’evasione fiscale per garantire all’amministrazione maggiori risorse di investimento e parità di trattamento per tutti i cittadini che rispettano le regole e che contribuiscono alla gestione pubblica”.

Diversi gli stanziamenti, riassunti nelle tabelle sottostanti: si parte dai 75 milioni di euro per il servizio Amiu ai nove milioni di euro per la manutenzione.

Gestione dei rifiuti igiene pubblica e tutela ambientale 75.699.552,72
Welfare Urbano 57.022.248,45
Politiche educative e giovanili, scuola e politiche del lavoro 45.487.922,51
Trasporto pubblico e viabilità 42.043.943,68
Gestione del patrimonio, ERP e Servizi Cimiteriali 13.644.968,27
Manutenzione e gestione immobili Multiservizi 9.013.685,42
Iniziative culturali e manifestazioni turistiche 5.185.752,28
Sport e promozione sociale 2.255.871,02

 

Per quanto attiene al decentramento amministrativo, le previsioni di spesa corrente assunte per il triennio 2018/2020 salvaguardano tutte le dotazioni a disposizione dei cinque Municipi. Inoltre, per favorire piccole ma importanti lavorazioni sui rispettivi territori, si è proposto di programmare, a regime, un’assegnazione annua per ciascun Municipio di € 95.000 da destinare ad interventi di arredo urbano, nonché di pianificare, attraverso l’utilizzo dell’avanzo di amministrazione vincolato – nonostante i vincoli di finanza pubblica -, le risorse non movimentate a tale titolo in esercizi precedenti.

MISSIONE DI BILANCIO PREVISIONE 2018
1 Servizi istituzionali, generali e di gestione 26.527.758,36
3 Ordine pubblico e sicurezza 395.486,00
4 Istruzione e diritto allo studio 14.864.803,04
5 Tutela e valorizzazione dei beni e delle attività culturali 2.857.363,92
6 Politiche giovanili, sport e tempo libero 4.970.000,00
7 Turismo 2.950.850,48
8 Assetto del territorio ed edilizia abitativa 67.811.291,64
9 Sviluppo sostenibile e tutela del territorio e dell’ambiente 16.301.356,88
10 Trasporti e diritto alla mobilità 74.274.123,69
12 Diritti sociali, politiche sociali e famiglia 5.321.888,45
14 Sviluppo economico e competitività 6.775.202,13
15 Politiche per il lavoro e la formazione professionale 714.740,20
20 FONDI E ACCANTONAMENTI

1.000.000,00

 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui