Cabtutela.it
acipocket.it

Dieci transenne con l’avviso del divieto di balneazione scaraventate sulla sabbia e turisti stranieri ignari che approfittano del beltempo per fare un bagno a mare. Sulla spiaggia di Pane e Pomodoro si continua a ignorare l’inquinamento microbiologico oltre i limiti imposti dalla legge – tra Enterococchi Intestinali ed Escherichia Coli – causato dallo sversamento della fogna in acqua in caso di forti precipitazioni.

A nulla è servito il monitoraggio da parte dell’Arpa Puglia. Se da un lato gran parte dei baresi si tengono lontani dal mare per la classica tintarella primaverile, dall’altro decine di passanti inconsapevoli o volutamente “dissidenti” hanno scelto di tuffarsi esponendosi a rischi per la propria salute.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui