Cabtutela.it
acipocket.it

“Italiano, razzista di merda”. Così sarebbe stato apostrofato un militante della Lega foggiana Rocco Petrillo, 81 anni, aggredito verbalmente e spintonato – secondo il suo racconto al quale non ha fatto seguito denunce – sabato mattina a Foggia da un gruppo di migranti.

A denunciare l’accaduto è il vice segretario regionale della “Lega Salvini Premier” Joseph Splendido. “Sabato mattina alle ore 11.37 in via Guglielmi – scrive Splendido – lo storico militante Rocco Petrillo, tra i primi leghisti a Foggia e in Puglia sin dagli anni Novanta, ha incrociato cinque extracomunitari, cinque ragazzi di colore. I giovani africani hanno visto la spilla di Alberto da Giussano e l’altro vessillo della Lega che Rocco indossava, (spesso lui porta sul bavero anche un fazzoletto verde) lo hanno superato e lo hanno spinto in avanti, gridando: ‘Italiano, razzista di merda”.

L’uomo stando sempre a quanto riportato dal vice segretario della Lega, a causa dello spintone sarebbe caduto a terra riportando delle ferite a labbra e al naso. Attualmente non risulta alcuna denuncia presentata dalla vittima alle forze di polizia, così come non ci sarebbero testimoni presenti al momento dell’aggressione.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui