Un’iniziativa di grandissimo valore quella presentata questa mattina sul lungomare di San Girolamo – Fesca dalla comunità educativa Chiccolino e dall’associazione IX Maggio. I ragazzi, inseriti nel percorso delle comunità penali minorili, hanno raccolto i rifiuti portati dal mare nel corso delle ultime giornate di maltempo e li hanno trasformati, sotto la direzione del maestro Matteo Lobuono (The’o) in preziosi presepi.

“Questa  è una mostra rivoluzionaria – spiega Raffaele Diomede, responsabile della comunità Chiccolino –  nasce dal cuore dei semplici cittadini di San Girolamo. Fino a qualche anno fa le comunità penali minorili erano viste come una problematica, ora invece il concetto è stato ribaltato. Le stesse associazioni di quartiere chiedono di poter dare una mano. I ragazzi hanno recuperato del materiale abbandonato dal mare, trasformandolo in capolavori. E se questi ragazzi sono capaci di trasformare un ramo secco in un presepe magnifico, sono capaci di trasformare le loro vite”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here