Cabtutela.it
acipocket.it

Quattro ragazze, studentesse di Giovinazzo e amiche di Giorgia Soriano, la diciottenne scomparsa tragicamente lo scorso 8 agosto in un incidente stradale mentre a bordo della sua bicicletta percorreva via Speranza a Santo Spirito, hanno scritto una lettera al sindaco Tommaso Depalma.

Nella missiva le ragazze, rivolgendosi al primo cittadino, scrivono:  “In qualità di amiche di Giorgia , innocente vittima dell’incidente avvenuto l’8 agosto in via Speranza, vorremmo che fosse dedicato alla sua memoria un tratto della pista ciclabile cittadina perché questa dedica sia da monito per automobilisti e ciclisti affinché guidino i propri mezzi con prudenza e consapevolezza”.

Immediata la risposta del primo cittadino: “Ho molto apprezzato il gesto di queste quattro giovani concittadine mosse non solo dal desiderio di voler ricordare l’amica Giorgia ma dalla voglia di lanciare un segnale a chi non rispetta il codice della strada – dichiara Depalma-  Io e la mia maggioranza siamo rimasti colpiti sia dalla profondità del gesto sia nel riscontrare che i giovani, probabilmente prima degli altri, stanno apprezzando il valore di certe opere pubbliche che stiamo facendo e la loro utilità sia in termini di vivibilità della città che di sicurezza, se consideriamo che pedoni, ciclisti, bambini nei passeggini e diversamente abili sulle carrozzine sono i soggetti più deboli quando si imbattono in automobilisti indisciplinati. Quindi, non solo dico che la dedica sarà fatta, ma aggiungo che con questa intitolazione Giorgia sarà accolta a pieno titolo nella nostra comunità e rimarrà anche lei un segno indelebile nelle nostre vite e nelle nostre coscienze così come lo è l’indimenticabile Luigi Depalma, il nostro concittadino di soli 14 anni che perse la vita in un altro drammatico incidente con la bicicletta avvenuto il 21 maggio del 1991 a Giovinazzo e i cui straordinari genitori decisero di donare i suoi organi. Anche di Luigi non ci siamo dimenticati e gli dedicheremo un altro tratto della nostra ciclabile”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

1 COMMENTO

  1. Apprezzo molto l’iniziativa delle amiche di Giorgia e il loro affetto per questo fiore strappato troppo presto alla vita, ma la pista ciclabile tra Santo Spirito e Giovinazzo è un’offesa alla sicurezza di ciclisti (che devono vedersela con le troppe uscite da ville e residence) e automobilisti (che hanno visto ridursi lo spazio dell’ex statale a livelli di guardia), oltre che ai pedoni che devono frequentarla per prendere gli autobus, rischiando costantemente di essere asfaltati da ciclisti indisciplinati e arroganti (ché non sono tutti santi solo perché non vanno a motore), non aggiungiamo un’offesa anche alla piccola Giorgia, soprattutto per farne occasione di vanto su scelte urbanistiche scellerate

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui