La Procura di Bari ha disposto il sequestro probatorio dell’area a ridosso del mare in zona Costa Ripagnola, a Polignano a Mare, dove si trovano i trulli oggetto di recupero e dove la società pugliese Serim vuole creare un eco-resort. I magistrati vogliono accertare se l’iter autorizzativo svolto dagli organi competenti, Regione Puglia in primis, sia conforme alla legge. Nel decreto  di sequestro i pubblici ministeri, Lino Giorgio Bruno e Baldo Pisani, parlano della necessità di “verificare sull’area quanto indicato nell’istruttoria dei predetti procedimenti”.
Quindi, quasi certamente sarà valutata l’ammissibilità urbanistica dell’intervento, la verifica complessiva riferita a tutti gli interventi finanziati, degli indici volumetrici, degli standard nonché dell’effettivo fabbisogno di aumentare le capacità turistico-ricettiva di Polignano a Mare. La Serim ha espresso “piena fiducia nella magistratura” e sostiene che sarà accertata “la conformità a legge dell’intervento”. (Ansa)

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
sfiziesapori.it

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here