Ok definitivo dell’Aula della Camera al taglio dei parlamentari. Il disegno di legge costituzionale che riduce i deputati a 400 dai 630 attuali ed i senatori a 200 dagli attuali 315, è stato definitivamente approvato a Montecitorio con 553 voti a favore, 14 contrari e due astenuti. Trattandosi di un disegno di legge costituzionale, era richiesta la maggioranza assoluta dei componenti dell’Assemblea, pari a 316 voti.

Un applauso dell’Aula proveniente soprattutto dai banchi di M5s, ha salutato l’approvazione definitiva della riforma per il taglio dei parlamentari.

Presente il presidente del Consiglio Giuseppe Conte che ha preso posto al banco del governo tra i ministri Bonafede e D’Incà. A Montecitorio anche il ministro degli Esteri e capo politico del M5S. Di Maio si  è seduto al banco dei ministri accanto a Federico D’Incà. Nell’emiciclo è arrivato anche il capodelegazione del Pd nel governo, Dario Franceschini.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
sfiziesapori.it

1 COMMENTO

  1. È legge ma non è ancora operativa poiché trattandosi di modifica di articoli della Costituzione (56, 57 e 59) esige la conferma di un referendum popolare che sarà con molta probabilità richiesto. E che dovrebbe svolgersi
    nei prossimi mesi.
    È ancora fresco il doloroso ricordo del referendum costituzionale del 4 dicembre 2016 che boccio’ (60 a 40) la proposta renziana di riduzione dei senatori.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here