Il rettore dell’Università di Bari Stefano Bronzini a seguito dell’incontro con gli studenti tenutosi nella sede didattica di Taranto ha assunto la seguente decisione:

I candidati che hanno espresso preferenza per la sede didattica di Taranto e/o a detta sede assegnati in base alle graduatorie pubblicate sul sito di Ateneo, sono ammessi alla frequenza dei corsi di Laurea magistrale in “Medicina e Chirurgia” presso la sede didattica di Bari.

Il provvedimento decorre da lunedì 28 ottobre 2019.

Le modalità di ammissione agli insegnamenti svolti nella sede didattica di Bari saranno pubblicate sul sito Uniba a  cura della Presidenza della Scuola di Medicina, entro venerdì 25 ottobre, ore 13.00.

Il rettore ringrazia tutti gli artefici istituzionali del progetto “Medicina Taranto” che hanno partecipato al comune desiderio di costituzione di una realtà formativa anche in ambito sanitario, certo che il cammino intrapreso potrà trovare piena realizzazione in un prossimo futuro.

Insomma, la scuola di Medicina a Taranto non ha funzionato, dopo soli otto giorni dall’avvio delle lezioni. Solo quattro su 55 iscritti sono studenti di Taranto. Gli altri hanno denunciato vari disagi soprattutto negli spostamenti da Bari a Taranto. Da qui la decisione di sospendere il corso.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

1 COMMENTO

  1. Un vero mistero, non si capiscono affatto i motivi di questa decisione che pur se fosse ben motivata (ma finora non lo è stata) resta comunque improvvisa, un vero fulmine a ciel sereno. Il rettore Bronzini non può certo limitarsi ai ringraziamenti in stile squadra di calcio che licenzia l’allenatore.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here