La Guardia di Finanza di Bari – personale della Tenenza di Mola – ha intercettato un’autovettura modello A4 in transito sulla strada statale Adriatica S.S. 16, che viaggiava a velocità sostenuta.

All’atto del fermo, l’autista e la donna che era in sua compagnia, risultati essere entrambi della provincia di Roma, sono apparsi subito in evidente stato di tensione. I militari operanti – insospettiti dall’atteggiamento nonché dalle dichiarazioni incerte fornite dagli stessi in merito alle ragioni del viaggio in Puglia – hanno deciso, quindi, di procedere ad un accurato controllo dell’automezzo.

L’accurata ispezione del veicolo ha consentito di rinvenire – abilmente occultati all’interno del bagagliaio – 30 involucri, rivestiti di cellophane, contenenti complessivamente 51 chilogrammi di marijuana (suddivisa in n. 7 panetti da Kg. 3, n. 7 panetti da Kg. 2 e n. 16 panetti da Kg. 1) nonché n. 2 lattine in plastica da 1 litro di olio di hashish, che viene sovente utilizzato quale additivo alla marijuana per aumentarne gli effetti psicoattivi.

Entrambi i soggetti, responsabili del traffico illecito, sono stati tratti in arresto in flagranza di reato e tradotti in carcere, mentre le sostanze stupefacenti, l’autovettura utilizzata per il trasporto, i 3 telefoni cellulari nonché il denaro rinvenuti sono stati sottoposti a sequestro.

Sono in corso accertamenti per individuare il canale di approvvigionamento nonché i destinatari della marijuana e dell’olio di hashish i quali, se spacciati nelle piazze della provincia di Bari, avrebbero fruttato illeciti guadagni per circa 500.000 euro.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here