Anche quest’anno sono state ricordate le vittime di Nassirya.  Un gesto simbolico, a sedici anni dalla strage in cui persero la vita 19 italiani. La commemorazione è stata voluta da Alessandro Cucciolla, ufficiale della riserva selezionata dell’esercito, ufficiale volontario del corpo militare della Croce Rossa. “Dispiace constatare – ha detto –  anche nel sedicesimo anniversario della strage, che l’amministrazione comunale non abbia pensato ad una corona di fiori con il tricolore e che nessun parlamentare barese abbia avuto il tempo di soffermarsi dinanzi alla lapide che ricordare le vittime, un triste segno dei tempi: non ci sono stragi e vittime di seria “A” ed altre da rilegare nell’oblio”. Cucciolla conclude auspicando che “siano le nuove generazioni a difendere la memoria di questa strage perché senza consapevolezza del passato avremo un futuro non degno ed irriguardoso verso chi ha dato la vita per l’Italia”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.