Cabtutela.it
Aproli

Tredici Regioni al centrodestra, 7 al centrosinistra: questa la mappa dopo il voto di ieri in Calabria e in Emilia Romagna. Saranno complessivamente otto le regioni chiamate alle urne quest’anno: oltre all’Emilia Romagna e alla Calabria, dove si è appena votato, è previsto il voto in Veneto, Campania, Toscana, Liguria, Marche e Puglia. È possibile poi che si torni a votare anche in Valle d’Aosta.

Con questa tornata il centrodestra conquista un’altra Regione, la Calabria, che strappa al centrosinistra: quest’ultimo conferma la guida dell’Emilia Romagna. Dunque salgono a 13 le Regioni in mano alla coalizione di centrodestra mentre scendono a 7 quelle al centrosinistra, comprendendo nel computo anche la Valle d’Aosta a guida autonomista con il nuovo presidente Renzo Testolin (Union Valdotaine) dopo le dimissioni del presidente Antonio Fosson – arrivate all’indomani dell’avviso di garanzia nell’ambito di un’inchiesta per scambio elettorale politico mafioso – e con la Lega all’opposizione. Il centrodestra – il suo sorpasso è arrivato con la vittoria di Vito Bardi in Basilicata nel marzo 2019 – detiene la Lombardia, con Attilio Fontana governatore; il Friuli Venezia Giulia, in mano a Massimiliano Fedriga; il Piemonte che ha visto Alberto Cirio sconfiggere Sergio Chiamparino; la Liguria in mano a Giovanni Toti; il Veneto tenuto saldamente da Luca Zaia; la Basilicata, andata appunto a Vito Bardi il 24 marzo scorso; la Sicilia, dove governa Nello Musumeci; la Sardegna, conquistata da Cristian Solinas; l’Abruzzo guidato da Marco Marsilio; il Molise di Donato Toma e l’Umbria dove governa Donatella Tesei e da oggi la Calabria con Jole Santelli. La Provincia di Bolzano di Arno Kompatscher (Svp-Lega) si posiziona nell’area autonomista ma di centrodestra. Kompatscher è presidente della Regione autonoma del Trentino-Alto Adige. C’è poi anche la Provincia autonoma di Trento guidata da Maurizio Fugatti (centrodestra). Al centrosinistra rimangono la Toscana governata da Enrico Rossi, la Valle d’Aosta con neopresidente Renzo Testolin, le Marche con Luca Ceriscioli, la Puglia, guidata da Michele Emiliano, il Lazio, dove è governatore Nicola Zingaretti, la Campania, dove il governatore è Vincenzo De Luca e l’Emilia Romagna, con la conferma di Stefano Bonaccini.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

1 COMMENTO

  1. Il PD che esulta per la vittoria in Emilia-Romagna è come il tifoso della Juve che esulta per la vittoria in casa col Brescia.

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui