Cabtutela.it

Le bollette che riguardano l’energia per le case degli italiani stanno divenendo una tra le spese più ingenti del budget mensile delle famiglie. In questo articolo vedremo quali sono le spese sostenute mediamente dai consumatori e in seguito forniremo alcuni consigli per risparmiare sulle bollette di luce e gas.

Quanto spendono in media gli italiani per luce e gas?

La cifra che le famiglie italiane spendono annualmente per il pagamento delle bollette è sempre più alta. Secondo un calcolo questa cifra nel 2018 è stata in media di 1200 euro. Un risultato che deriva dalla somma di quanto speso per l’energia elettrica, 417 euro, e per la fornitura di gas, 762 euro.

Per ottenere questo risultato è stata effettuata un’analisi di oltre 63mila contratti, in modo da stimare con la maggiore precisione possibile i costi totali. A fronte di questi dati, nelle famiglie italiane si deve valutare la possibilità di cambiare regime in modo da risparmiare, ottenendo un risparmio che può arrivare sino al 25% per quanto riguarda il costo dell’energia elettrica e sino al 15% parlando delle bollette del gas. Lo studio elaborato da Facile.it ha stimato che molti consumatori cambieranno il fornitore nel 2020 e che molti abbiano già effettuato questa operazione lo scorso anno. Le analisi per il calcolo del risparmio hanno preso come base la tariffa migliore presente nel 2018 sul “mercato libero” dell’energia con riferimento alla fascia “monoraria”. Il conteggio è stato effettuato “a parità di consumi” ed ha evidenziato una spesa annuale per l’energia elettrica di 305 euro e per il gas si 639 euro con risparmi rispettivamente di 112 e 123 euro.

Risparmiare? Basta fare attenzione: i consigli da seguire

Il risparmio è dunque uno degli elementi fondamentali, e se per l’energia elettrica dallo scorso mese di gennaio le tariffe sono in calo, con un – 5,4%, a questo corrisponde un aumento delle tariffe del gas, circa 0,8%. I dati sono stati resi noti dall’Arera, “‘Autorità di regolazione per energia reti e ambiente” e derivano in parte dalle quotazioni delle materie prime ed in parte dalla riduzione del fabbisogno per quanto riguarda gli oneri generali.

Ecco comunque una serie di consigli per poter ottimizzare il consumo e quindi portare ad un calo delle bollette. Per quanto riguarda l’energia elettrica si tratta di piccoli accorgimenti nella vita quotidiana come utilizzare nel modo più corretto gli elettrodomestici con il maggior consumo, come il forno, la lavastoviglie, il frigorifero, la lavatrice ed il climatizzatore. Per quanto riguarda il forno si consiglia di evitare l’acquisto dei modelli di maggiori dimensioni che richiedono notevoli quantità di energia elettrica per il loro riscaldamento, e di non posizionarlo ad esempio accanto al frigorifero. La lavastoviglie deve essere utilizzata “a pieno carico”, preferendola modalità di lavaggio “eco”. Per quanto riguarda il frigorifero non deve rimanere aperto a lungo e non si devono inserire cibi caldi. Anche per quanto riguarda la lavatrice è bene effettuare sempre i lavaggi “a pieno carico” e con temperature basse, mentre i climatizzatori devono essere impostati ad una temperatura non maggiore o minore di 6 gradi rispetto a quella esterna.

Prima di passare ai consigli per quanto il risparmio del gas, è bene sapere che oggi sul mercato libero si trovano alcune tariffe dual, come ad esempio le offerte luce e gas proposte da Acea, pensate appositamente per chi vuole cambiare fornitore per entrambi i servizi. Proseguendo nel nostro discorso, per risparmiare sul gas si consiglia di utilizzare le valvole termostatiche e la caldaia a condensazione, tenere basso il termosifone nelle stanze meno usate o spegnerli quando si lascia la casa per vari giorni. Infine è sempre utile utilizzare dei paraspifferi se non si hanno infissi moderni a doppio o triplo vetro, per evitare che il calore interno venga disperso e che, al contempo, entri facilmente il freddo esterno.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui