Cabtutela.it

Proseguono, in tutta la città di Bari, le iniziative di solidarietà nate dalla volontà di stringersi intorno alle famiglie meno abbienti che, in questa situazione di grave cristi sanitaria ed economica, rischiano di non potersi permettere l’acquisto dei beni di prima necessità.

È il caso della raccolta di solidarietà avviata e promossa dall’associazione Residenti San Cataldo che, a partire dallo scorso 31 marzo, chiede ai cittadini del quartiere Marconi – Penisola San Cataldo di Bari di donare generi alimentari e beni di prima necessità per coloro che ne hanno più bisogno. Centro di raccolta è la Parrocchia di San Cataldo, in via Tripoli 21, dove i volontari sono attivi dal lunedì al venerdì, dalle 16 alle 18, per la raccolta di pasta, farina, olio, prodotti in scatola, caffè e tutte le altre tipologie di beni alimentari non deperibili.

Particolarmente richiesti anche prodotti per l’infanzia, dal latte agli omogeneizzati, ai pannolini. Attivo, grazie al contributo dei volontari, anche un servizio di raccolta a domicilio. L’intero ricavato della colletta alimentare sarà devoluto dai residenti all’Associazione In.Con.Tra, che si occupa di offrire sostegno a tutti coloro che versano in condizione di necessità.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui