Cabtutela.it
revolution-academy.it

In vista della definizione della data per le elezioni regionali, la Lega Puglia ha presentato questa mattina a Bari la candidatura di Nuccio Altieri. Una decisione che spacca la coalizione di centrodestra nonostante Fratelli d’Italia già a dicembre abbia annunciato quella di Raffaele Fitto.

“Michele Emiliano ha governato come burocrate – ha commentato Altieri – la Puglia è in lockdown da 5 anni. Viviamo il limite storico di fare procedure e non fare progresso. Cosa significa sovranismo nella nostra regione? Dare sovranità ai cittadini che oggi sono sudditi maltrattati, pochi fondi assistenziali come elemosine o montagne di burocrazia che stanno bloccando lo sviluppo” (video in basso).

La Lega si presenta con lo slogan ‘la Puglia riparte dal buonsenso’: “La Puglia, in questi anni, ha sofferto una mancanza di visione, facciamo una promessa: noi nomineremo subito gli assessori alla sanità e all’agricoltura. Sembra una banalità, ma oggi sui due temi principali di sviluppo non abbiamo chi se ne occupa. Per noi la Puglia deve diventare una regione facile”, continua Altieri. Alla base del programma c’è l’incremento degli ospedali d’eccellenza del territorio, la deregolamentazione totale delle pratiche regionali in autocertificazione, una nuova legge urbanistica per la rigenerazione delle città.

“Nei prossimi giorni si arriverà a una valutazione complessiva, sarà importante individuare chi sfiderà Emiliano”, ha aggiunto il segretario regionale Luigi D’Eramo (foto in basso) che dunque lascia uno spiraglio per la candidatura univoca nel centrodestra nonostante la presenza già avvallata di Fitto.

Saranno sei le liste provinciali, 11 punti programmatici e finora sono arrivate 100 candidature su 50 posti disponibili nelle liste. “L’unità del centrodestra è un valore imprescindibile. Un ticket Fitto-Altieri? Voglio parlare di cose concrete, le costruzioni alchemiche non mi appassionano”. Infine, sui numerosi dissidenti che hanno criticato la candidatura di Altieri, D’Eramo taglia corto: “La Lega parla attraverso il partito, attraverso il segretario regionale si è espresso anche il segretario federale. Quindi vorrei restare concentrato sulle cose da fare, il resto ha una rilevanza relativa. L’unico obiettivo è battere il centrosinistra e mandare a casa il governo Emiliano. La Lega sarà la locomotiva di un governo di centrodestra che sarà governare bene”.

Durante la conferenza non c’è stato alcun riferimento alla scelta dell’ex capogruppo in Consiglio comunale a Bari, Michele Picaro, ad abbandonare il partito guidato da Matteo Salvini e passare al gruppo Misto.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui