Cabtutela.it
acipocket.it
agricoladiniso.it

“Martedì. Un inferno. Quasi le 23.00. Riposare è assolutamente impossibile”. Lo scrive uno dei residenti esasperati dal quartiere Umbertino di Bari, nella zona della movida poco distante dal lungomare Nazario Sauro. In cui soprattutto nel weekend i residenti segnalano assembramenti, mancati controlli da parte delle forze dell’ordine, scooter rumorosi e musica ad altissimo volume.

Nella notte, come mostra il video in basso, ci sono state forti esplosioni causate da una batteria di fuochi pirotecnici, accesa tra i pedoni e le automobili parcheggiate. A poca distanza un gruppo di giovani ascoltavano all’aperto l’esibizione di un coetaneo con la chitarra elettrica: “Dal comando della polizia locale con stupore chiedono da dove provenga il frastuono”, commenta un cittadino.

“Alla mezzanotte dal giardino Colonna di largo Adua una batteria di fuochi d’artificio mentre tutt’intorno vi erano assembramenti, motorini sui marciapiedi, auto in doppia fila e altro ancora. Cartolina dalla “Bari Far West”. Ogni forma di illegalità va perseguita ma sembra non ci sia questa volontà”, si legge sulla pagina del comitato per la salvaguardia della zona Umbertina.

 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

2 COMMENTI

  1. Bari dispone di un esercito di vigili, centinaia di uomini che volendo potrebbero essere impiegati almeno ogni tanto il sabato nell’Umbertino.

  2. Fino a quando la Polizia Urbana non verra’ inquadrata nella Polizia di Stato,con personale addestrato antisommossa (dotati di bastoni e pistola taser), non potra’ mai contrastare la delinquenza e il mal costume: se la fanno addosso!
    Meglio far finta …di niente!
    Un suggerimento viene da fb: in un paese del salernitano hanno eliminato la movida in strada gettando in strada escrementi e urina (chiuse in sacchetti di plastica) .

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui