Cabtutela.it
acipocket.it
MangAmi

A una settimana dalla somministrazione della prima dose del vaccino Covid, in una struttura per anziani del Barese che mai dall’inizio della pandemia aveva registrato casi positivi, è scoppiato un focolaio con 28 contagi. Lo conferma il direttore sanitario della Rssa “Casa Caterina” di Adelfia, Nicola Dellino, anche lui risultato positivo al Covid, precisando che “il vaccino non ha niente a che vedere con i contagi”.

Venerdì scorso era stata somministrata a tutti gli ospiti e gli operatori la prima dose del vaccino Covid e, per l’occasione, la direzione della struttura aveva voluto festeggiare l’arrivo del vaccino con musica e balli. “Per noi era davvero una festa, il regalo che i nostri nonni avevano chiesto alla Befana” dice Bellino. Dei 28 attualmente positivi, 15 sono operatori sui 35 dipendenti della struttura, e 13 sono anziani sui complessivi 75 ospiti.

Gli anziani positivi sono stati isolati in un’apposita ala della casa di riposo e sono costantemente monitorati. “Da quando è scoppiata la pandemia, nel marzo scorso, gli anziani e i dipendenti sono stati costantemente sottoposti a screening, prima test sierologici, poi antigenici e ora molecolari. Abbiamo fatto in questi 11 mesi più di mille tamponi” aggiunge Dellino che per ovviare all’assenza dei dipendenti in quarantena ha già provveduto all’assunzione di altro personale per l’assistenza agli anziani.
(ANSA).


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui