Cabtutela.it
acipocket.it

Didattica a distanza per tutti ad Alberobello, fino al 21 marzo: “Nessuno studente in presenza, nemmeno i ragazzi con bisogni educativi speciali. È sospesa inoltre l’attività di tutti i servizi educativi pubblici (il nido comunale) e privati (le ludoteche ad esempio), compresi gli oratori”. È una delle prescrizioni imposte dalla nuova ordinanza firmata dal sindaco Michele Longo.

“L’aumento dei contagi ci spinge a innalzare il livello di guardia per prevenire eventuali situazioni di gravità”, dice Longo, che ha disposto anche il divieto di spostamento su tutto il territorio comunale dalle 20, il divieto assoluto per gli under16 di muoversi dalle 17 se non accompagnati dai genitori. Le attività commerciali e artigiane saranno chiuse per due domeniche (il 14 e il 21 marzo), ad eccezione di farmacie e parafarmacie e resteranno chiusi dalle 18 anche parchi, giardini e campetti di quartiere. Sono sospese tutte le attività sportive, comprese le gare agonistiche”.

Nuove prescrizioni anche a Gravina in Puglia, dove il sindaco Alesio Valente ha disposto fino al 28 marzo il divieto di stazionamento in tutto il territorio comunale dalle 15 e nelle domeniche h24. Per il sindaco di Noicattaro, Raimondo Innamorato, che nei giorni scorsi ha firmato un’ordinanza simile che limita spostamenti e impone chiusure, “l’unica soluzione per limitare i contagi che in questi giorni stanno rapidamente aumentando è un lockdown totale, almeno fino a Pasqua – spiega – Per questo chiedo al Governo di applicare misure più restrittive, perché le ordinanze dei sindaci non sono più sufficienti. La preoccupazione è comune a tutti noi sindaci che, in prima linea sul territorio, non abbiamo gli strumenti sufficienti per arginare la terza ondata che ormai ci sta investendo con forza. Le ordinanze che emettiamo purtroppo non bastano. Servono misure nazionali che impongano chiusure mirate”.

 

 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui