Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

In città si rivedono i turisti dopo il lungo periodo di limitazioni Covid: a passeggio tra i vicoli di Bari vecchia, in bicicletta sul lungomare o nei dehor delle vie del centro per consumare un drink. Così si prospetta una lenta ma graduale ripartenza del turismo estivo che interessa sia i piccoli commercianti che l’intero comparto alberghiero e dei b&b.

Lo confermano le rilevazioni di Federturismo: nel 2021 l’aspettativa è di un giro d’affari vicino al 52% di quello registrato 2019 (pre Covid). Nel 2022 è preventivato l’88% e solo nel 2023 l’aspettativa è di superare i numeri precedenti alla pandemia. “Sicuramente una ripresa significativa c’è – commenta Marina Lalli, presidente Federturismo – più sotto forma di grande movimento per le prenotazioni che di persone fisiche in viaggio al momento. Chi si sta muovendo sono gli italiani prevalentemente e a giugno non viaggiano moltissimo. Invece a luglio e agosto le statistiche sono significative per quanto concerne le prenotazioni”.

“Il vantaggio che ci auguriamo quest’estate – aggiunge Lalli – è di non dover chiudere tutto come nel recente passato, il vaccino è il nostro alleato. Ci auguriamo una ripartenza definitiva”, conclude Lalli.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui