aqp.it
ferrovieappulolucane.it
amgasbarisrl.it

I carabinieri di Acquaviva delle Fonti e del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Gioia del Colle hanno arrestato, un pluripregiudicato di 38 anni del luogo, e un incensurato di 32 anni residente a Cassano Murge, rei di aver coltivato numerose piante di marijuana destinata allo spaccio utilizzando due serre artigianali.

In particolare, i militari dell’Arma da alcuni giorni svolgevano servizi di osservazione presso una fungaia ubicata nell’agro di Acquaviva delle Fonti ove erano stati notati strani movimenti. La scorsa mattina sono intervenuti sorprendendo i due giovani mentre erano intenti a “curare” le già rigogliose piante di marijuana.

All’interno, i due avevano ricreato le giuste condizioni climatiche per la coltivazione, mediante l’utilizzo di teli in plastica con i quali avevano chiuso ermeticamente le due serre oltre ad aver installato degli umidificatori, delle stufe e lampade dedicate per favorire la infiorescenza delle piante, alcune delle quali avevano raggiunto oltre un metro di altezza.

Ingente è il quantitativo ricavato dalla coltivazione, circa 6 kg di marijuana oltre ad altre piccole piante trovate in alcuni vasi in attesa di essere trapiantate. Le piante e le attrezzature rinvenute sono state poste sotto sequestro. Le successive perquisizioni domiciliari a carico dei due arrestati hanno consentito di sequestrare altri 12 grammi di marijuana già esiccata oltre ad una dettagliata “contabilità” relativa ad una presunta attività di spaccio.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui