lapugliativaccina.regione.puglia.it

Grossa perdita d’acqua in un ristorante abbandonato a Palese. Accade all’interno dell’ex La Vela 2, struttura ormai in disuso, situata sul lungomare in zona Titolo.  A segnalarlo sono alcuni cittadini preoccupati per la pozza d’acqua che si è creata all’interno di quello che un tempo era la terrazza sul mare che ospitava i tavolini del ristorante.

La struttura è oggetto di polemiche da parte di alcuni residenti, per via dei continui ritardi da parte delle autorità nel trovare una soluzione per il riuso. Dopo tanto tempo risulta completamente abbandonata e pericolante. Basta guardare gli spazi esterni per notare lo stato di degrado in cui verte. Dalle fioriere abbandonate ai rifiuti accumulatisi nel tempo, sino a passare alla ruggine sulle ringhiere e sulle reti di ferro (ormai aperte e dunque non più in sicurezza), quello che era un tempo un luogo molto frequentato (e nell’immaginario dei cittadini potrebbe essere invece un luogo utile per la comunità) risulta invece in totale stato di abbandono, in attesa di trovare una collocazione futura.

Ad aggravare la situazione, adesso, secondo il residente, il fatto che “nonostante non venga utilizzata ci sia un grosso spreco di acqua molto probabilmente potabile che rischia di provocare ulteriori danni ad una struttura con molto potenziale”. Di fatto, come è possibile notare anche dal video (in basso), si tratta di una cospicua perdita di acqua. Il tubo in questione perde a getto forte e continuo.

“Ho provato a scavalcare per chiudere l’eventuale rubinetto – ha raccontato ancora il residente – ma non ci sono riuscito. Così ho cercato il contatore dell’acqua, ma ho notato che sulla strada non c’è. E’ un vero peccato, avrebbero potuto riutilizzare questa struttura, invece peggiora sempre di più e chissà da quanto tempo inoltre, c’è questa perdita di acqua” – ha sottolineato.

Il lungomare di Palese, così come raccontato in un articolo di marzo 2020, secondo i cittadini è in balia dell’incuria. Oltre ai ruderi, sono diverse le segnalazioni che giungono spesso e volentieri da parte dei cittadini preoccupati per il degrado e per lo stato di abbandono in cui versa quello che è “uno dei luoghi più frequentati da adulti, bambini, residenti e turisti”. “Una vera vergogna” – ha concluso il residente.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui