lapugliativaccina.regione.puglia.it

Partita vibrante (ma poco spettacolare), quella andata in scena al ‘Granillo’ tra Reggina e Bari. Le due formazioni hanno provato a superarsi ma senza crederci sino in fondo. La squadra di Mignani ha giocato una partita prettamente difensiva, puntando sulle ripartenze e sulle qualità di Botta e Folorunsho. Bari che è apparso abbastanza timido e spuntato ma che ha potuto mettere in mostra la propria solidità difensiva con Di Cesare e Vicari autori di una grande prestazione. La Reggina ha dimostrato ottime qualità e di valere il secondo posto in classifica.

LE FORMAZIONI: Biancorossi in campo al ‘Granillo’ di Reggio Calabria con in testa, un’idea meravigliosa: dare l’assalto al secondo posto, occupato proprio dai ragazzi di Pippo Inzaghi. Diverse assenze in casa Bari, con Mignani che deve rinunciare allo squalificato Maiello, ma anche a Cheddira, Ricci, Galano e Terranova. Il tecnico genovese conferma il modulo ad “albero di Natale” e sceglie Bellomo come sostituto dello squalificato Maiello, anche se è Maita ad agire come regista. Confermata la linea difensiva che ha ben figurato contro il Modena, mentre in attacco Antenucci è preferito a Scheidler.

Nella Reggina, mister Inzaghi deve fare a meno degli infortunati Obi, Galabinov e Santander, oltre allo squalificato Gagliolo. Amaranto che si schierano col 4-3-3 con l’esperto Thiago Cionek in difesa, l’ex Parma Hernani a centrocampo e l’estroso Jérémy Ménez pronto a dare imprevedibilità al reparto offensivo.

PRIMO TEMPO: Si parte con un doveroso minuto di raccoglimento in memoria di Sinisa Mihajlovic, prematuramente scomparso all’età di 53 anni. Parte forte la squadra di Inzaghi e al minuto 7, Di Cesare è provvidenziale nell’opporsi ad un tiro dalla distanza dell’ex Lecce Majer. Ma è il Bari a sbloccarla al minuto 10: bravissimo Dorval ad involarsi verso l’area calabrese, approfittare di una dormita di Majer e a fulminare Colombi. Ma il gol del francese viene annullato dal Var per un tocco di braccio dello stesso terzino. La squadra biancorossa non si scompone ed è Folorunsho a sfiorare la rete al minuto 18, con una poderosa conclusione da fuori area che termina alta sulla traversa. Primo giallo della gara al minuto 23: è capitan Di Cesare a finire sul taccuino dell’arbitro. Lo stesso Di Cesare evita un gol già fatto, anticipando Rivas al minuto 25. Al minuto 34 Maita perde palla in uscita, ne approfitta Menez che costringe Caprile ad un difficile intervento. Al minuto 43 ancora pericolosa la Reggina con un cross insidioso di Hernani che non viene sfruttato da Fabian e Canotto. Dopo 5 minuti di recupero, l’arbitro Fabbri manda tutti negli spogliatoi.

SECONDO TEMPO: Ad inizio ripresa Inzaghi sostituisce Menez con Gori. Reggina subito pericolosa al minuto 47 con un tiro dal limite dell’area di Hernani. Grande accelerazione di Canotto al minuto 57 ma è bravissimo Dorval nella chiusura. Primi cambi di Mignani al minuto 60 : dentro Pucino e Mallamo per Bellomo e Dorval. Ci prova Botta al minuto 61, ma il suo tiro non impensierisce Colombi. Ancora protagonista il Var al minuto 64: contatto in area tra Mallamo e Gori, ma è il centrocampista biancorosso a toccare per primo la palla. Niente penalty e sospiro di sollievo per i galletti. Ancora due sostituzioni per il Bari al minuto 69: dentro Salcedo e Scheidler per Botta e Antenucci. Tentativo di Majer al minuto 71, ma la conclusione dello sloveno termina fuori. Folorunsho tenta di pescare il jolly su calcio di punizione al minuto 76, ma la sua conclusione si spegne a lato. Si rivede Cangiano al minuto 90: l’ex Bologna prende il posto di Benedetti. La Reggina ci prova al minuto 91 con Gori, ma il suo tentattivo in spaccata termina fuori. Fiammata di Ricci al minuto 95, ma Caprile si fa trovare pronto. Dopo 6 minuti di recupero, l’arbitro Fabbri decreta la fine della contesa.

PAGELLE:

Di Cesare le prende tutte. Antenucci non pervenuto.

Caprile 6,5, Dorval 6,5 (60′ Pucino 5,5), Di Cesare 7, Vicari 7, Mazzotta 6,5, Maita 6,5, Bellomo 6 (60′ Mallamo 5,5) , Benedetti 6,5 (90′ Cangiano sv) , Folorunsho 6, Botta 6 (69′ Salcedo 5,5) , Antenucci 5 (69′ Scheidler 6)

Mignani 6

TABELLINO

RISULTATO: Reggina – Bari 0-0

FORMAZIONI INIZIALI:

REGGINA (4-3-3): Colombi, Cionek, Menez (c), Fabbian, Di Chiara, Hernani, Camporese, Pierozzi, Canotto, Majer, Rivas.

A disposizione: Ravaglia, Aglietti, Dutu, Loiacono, Crisetig, Gori, Cicerelli, Bouah, Ricci, Lombardi, Liotti, Giraudo

All. F. Inzaghi

BARI (4-3-2-1): Caprile, Dorval, Di Cesare (c), Vicari, Mazzotta, Maita, Bellomo, Benedetti, Folorunsho, Botta, Antenucci

A disposizione: Frattali, D’Errico, Salcedo, Zuzek, Pucino, Scheidler, Ceter, Bosisio, Cangiano, Mallamo

All. M. Mignani

SQUADRA ARBITRALE:

Arbitro: Michael Fabbri della sezione di Ravenna. Assistenti: Giorgio Peretti della sezione di Verona e Vittorio Di Gioia della sezione di Nola.

Quarto ufficiale: Giampiero Miele della sezione di Nola. VAR: Luca Pairetto (Nichelino) AVAR: Giacomo Paganessi (Bergamo).

MARCATORI: – –

Ammoniti: Di Cesare, Hernani, Bellomo, Maita, Pucino

Espulsi: Vergassola

Angoli: 7 – 2

 

(Foto ssc bari)


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui