LUNEDì, 24 GIUGNO 2024
74,106 ARTICOLI
Dir. resp.:Samantha Dell'Edera
redazione@borderline24.com

Per segnalazioni: +39 375 5535222
74,106 ARTICOLI

Direttore Responsabile: Samantha Dell'Edera
Per segnalazioni:
Cell. +39 375 5535222
Email: redazione@borderline24.com

Bari vecchia e l’amore per le tradizioni: a scuola di dolci natalizi

Riprendono i corsi nel borgo antico per creare non solo cartellate, ma anche l’cazzuicchie’, ‘l castegnedde” e ‘l’ecchie di santa Lucia"

Pubblicato da: Adalisa Mei | Sab, 4 Novembre 2023 - 08:34

Bari vecchia fa scuola di tradizioni, proprio adesso che i baresi stanno imparando a riappropriarsene. Il mondo delle tradizioni popolari è un collettore di esperienze e storie che ancora oggi animano e identificano la vita dei nostri territori e delle periferie. Nel borgo antico è da sempre forte e imprescindibile il valore delle usanze e dei costumi che vengono custodite con amore e tramandate di padre in figlio. Ma è anche da sempre molto vivo il legame tra gastronomia e fede.  Quale migliore occasione quindi in vista dell’arrivo del Natale per insegnare l’arte della creazione tipici del periodo.

A tutti è noto il grande successo che da sempre riscuotono i corsi organizzati nel cuore di Bari vecchia per imparare a fare le orecchiette e i panzerotti. Ma in questi giorni è molta la richiesta per assistere ed apprendere dalle signore della città vecchia l’arte per creare i dolci di Natale. I baresi insomma andranno… “a scuola di cartellate”. Le lezioni si terranno a partire dal 13 novembre e dureranno tre giorni.

I baresi, assicura Michele Fanelli, presidente del circolo Dalfino, sono sempre interessati a questo tipo di iniziative e  le richieste di partecipazione sono sempre tante. “A Bari  – racconta – non è Natale senza la cartellata. La gente ha voglia di imparare e di riappropriarsi delle tradizioni. Questo è il frutto della rivalutazione dell’intera città sia sotto l’aspetto urbanistico che sulla valorizzazione delle nostre usanze. E ne dobbiamo essere fieri. Il barese – continua Fanelli – sta rivalutando non solo il dialetto ma anche la nostra gastronomia. Il fatto che oggi si ritorni ad imparare a fare i dolci in casa è una bella soddisfazione. Vuol dire che vogliamo riassaporare le nostre origini”.

Ma non ci sono solo le cartellate nella tradizione culinaria barese: a Bari vecchia a tavola a Natale “non possono mancare “gli ‘ecchie di Santa Lucia, ‘l’cazzuicchie’, ‘l’castegnedde’ e ‘le carteddate’ e ognuno di questi dolci porta con se un significato che ci è stato tramandato dalle nostre nonne e ora noi le spieghiamo durante i corsi. La cartellata nella tradizione religiosa e popolare barese – precisa il presidente- rappresenta il merletto del lenzuolo di Gesù. I ‘cazzuicchie’ invece rappresentano il cuscino di Gesù bambino. Infatti questi ultimi detti anche ‘u calzncidd di Natale’ sono dei panzerottini piccoli ripieni o di pasta di mandorla oppure di marmellata imbevuti di vin cotto. Le ‘castagnedde’ sono dolci poveri della tradizione contadina”. Non contengono le castagne tra gli ingredienti, come potrebbe sembrare dal nome, ma mandorle e cacao e sono fatte nel forno. “Ci sono poi anche ‘l sassanid’ (i sassanelli) un dolce marrone perché imbevuto di cacao e ‘l’mustacciul’ (i mostaccioli) biscotti dolci ricoperti di glassa al cioccolato, spiega ancora”.

Gli occhi di Santa Lucia sono dei piccoli taralli dolci glassati, che si preparano a Bari in occasione del 13 dicembre, festa della Santa di cui portano il nome. Preparati con ingredienti semplicissimi, rappresentano gli occhi della ragazza che venne abbacinata secondo tradizione, e che in molti territori italiani porta i doni proprio come fa Babbo Natale. “Le nostre nonne – conclude Fanelli – mettevano insieme tutti questi dolci in una cesta che si chiamava ‘u picciuatid’. Una cesta piena della tradizione di Bari. Solo allora era Natale”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24.com
Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

Vasco Rossi a Bari, previsti turni...

Il capoluogo pugliese si prepara ad ospitare Vasco Rossi per quattro...
- 24 Giugno 2024

Thailandia, ok alle nozze gay: è...

La Thailandia è diventata il primo paese del sud-est asiatico a...
- 24 Giugno 2024

Medimex, la musica internazionale torna a...

Ancora una volta Taranto epicentro della musica internazionale con un’edizione eccezionale...
- 24 Giugno 2024

Poca acqua per i campi, trattori...

Gli agricoltori pugliesi protestano per la carenza di acqua. Decine di...
- 24 Giugno 2024