LUNEDì, 22 APRILE 2024
72,668 ARTICOLI
Dir. resp.:Samantha Dell'Edera
redazione@borderline24.com

Per segnalazioni: +39 375 5535222
72,668 ARTICOLI

Direttore Responsabile: Samantha Dell'Edera
Per segnalazioni:
Cell. +39 375 5535222
Email: redazione@borderline24.com

L’analisi del respiro per la diagnosi precoce all’Oncologico di Bari

In Puglia sempre più pazienti potranno beneficiare della tecnica dell’analisi del respiro per la diagnosi precoce non invasiva delle patologie oncologiche

Pubblicato da: redazione | Gio, 16 Novembre 2023 - 19:33

La comunità scientifica internazionale è sempre più interessata all’ “Analisi del Respiro” sia come metodo di diagnosi precoce di alcuni tumori, che per la valutazione e il monitoraggio dello stato di salute della popolazione. Di questo e delle attività del CeRBA, Il Centro Regionale di Breath Analysis,ospitato all’interno dell’Istituto Tumori “Giovanni Paolo II”, si è parlato nel corso di una giornata di approfondimento che si è tenuta nella sala conferenze dell’oncologico. Responsabile scientifico del convegno, Annamaria Catino.

“Il CeRBA – afferma il Direttore generale dell’IRCCS barese Alessandro Delle Donne, istituito con un protocollo d’intesa tra il nostro Istituto, l’AReSS e Università degli Studi di Bari, è stata la prima struttura pubblica in Europa a concentrare le proprie attività di ricerca intorno all’analisi dei metaboliti presenti nel respiro, con l’obiettivo di diagnosticare precocemente diversi tumori. Attualmente stiamo conducendo trial clinici sul mesotelioma, sul tumore al polmone e ultima novità quello al colon-retto”.

Il test del respiro consente di determinare precocemente le alterazioni metaboliche di natura fisiologica, patologica o legate a esposizione ambientale. Per effettuare l’analisi del respiro si utilizza un macchinario particolare, il campionatore Mistral, che lo raccoglie ed elabora una sorta di impronta digitale del respiro. Tramite un boccaglio monouso, il paziente soffia all’interno del campionatore, che permette la raccolta dell’espirato su una cartuccia e dell’aria circostante su un’altra. Le cartucce vengono inviate in laboratorio per l’analisi e la caratterizzazione dei campioni. Dall’analisi si ottiene questa impronta digitale che racchiude informazioni utili a individuare precocemente “spie” della presenza di alcune malattie.

In Puglia sempre più pazienti potranno beneficiare della tecnica dell’analisi del respiro per la diagnosi precoce non invasiva delle patologie oncologiche. L’avvio del nuovo studio relativo al tumore al colon-retto vedrà il confronto della metodica sviluppata con quella convenzionale di rilevazione del sangue occulto nelle feci.

“Il nostro centro – spiega il professor Gianluigi De Gennaro, coordinatore del comitato tecnico scientifico del CeRBA – è ancora l’unico in grado di mettere clinica e tecnologia insieme, ma la tecnica dell’analisi del respiro è sempre più applicata a livello nazionale e internazionale, dove è oramai presente una comunità di ricercatori in crescita, al punto che sarà preparato un position paper da inviare al ministero della Salute per dare comunicazione sull’evoluzione e sulla maturità di questa tecnologia”.

Il CeRBA nasce sulla base di pioneristiche ricerche “made in Puglia” che hanno avuto inizio nel 2010 sul mesotelioma pleurico ed esposizione ad asbesto. Ricerche che, nel 2016, hanno portato alla nascita del progetto Inside the Breath e allo sviluppo di una tecnologia creata ad hoc. Il centro si caratterizza per la trasversalità degli approcci alla Breath Analysis, mettendo insieme ricerca tecnologica e clinica.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24.com
Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

Rimpasto Giunta Regione Puglia, è fumata...

Decisione rinviata sul rimpasto della giunta Emiliano. La riunione tra il...
- 22 Aprile 2024

Trapianti di polmone e pancreas nel...

L'attività trapiantologica nella Regione Puglia ha fatto segnare negli ultimi tre...
- 22 Aprile 2024

Il Bari 2023/24: una squadra “forte”...

La gara contro il Pisa, avrebbe dovuto rappresentare la partita della...
- 22 Aprile 2024

Bari, addio al proprietario del ristorante...

Giornata di lutto nel mondo della ristorazione barese per la morte...
- 22 Aprile 2024