“Complimenti al Cagliari per la vittoria di stasera e per la vittoria del campionato. I sardi sono di un’altra categoria. Abbiamo visto una grande squadra, che ha giocato la miglior partita dell’ultimo mese”: ecco la versione di Andrea Camplone, tecnico del Bari, dopo la batosta interna con il Cagliari.

\r\n

La difesa della squadra 

\r\n

“Abbiamo fatto abbastanza bene il primo tempo, commettendo ingenuità sul gol di Defendi. A Marino – ha spiegato – è scivolata la palla. Poi l’errore nell’azione del raddoppio. Da lì è finita la partita. Per strafare abbiamo preso il secondo gol. Una rete si poteva recuperare, due costituivano uno scoglio maggiore”.

\r\n

Rischi ricaduta sul morale del gruppo

\r\n

Camplone ha fatto intendere che la squadra deve girare pagina in fretta. Non sarà facile. “Non penso che la sconfitta influirà sul piano mentale. Dobbiamo analizzare la partita e iniziare  concentrarci subito sulle prossime due partite, per noi essenziali. Dobbiamo fare bottino pieno con Brescia e Trapani”.

\r\n

Il nodo infortuni e squalifiche

\r\n

L’allenatore abruzzese spera di recuperare qualche seconda linea per affrontare l’emergenza. A Brescia saranno squalificati Valiani e Sansone. Assente anche per infortunio Maniero, che si sottoporrà nelle prossime ore a ulteriori esami dopo il primo responso medico: distorsione alla caviglia destra.

\r\n

Novità tattiche

\r\n

Il calcio del Bari con il Cagliari è stato estremamente prevedibile. Camplone, tecnico accorto, ha capito che sul piano tattico bisogna cambiare qualcosa. “Le nostre avversarie ormai conoscono come giochiamo. Mettono tre uomini su Rosina e braccano le due punte avanzate. Inventeremo nuove trame offensive per i play off, gestendo le risorse atletiche del gruppo”. Insomma il 4-3-3 che abbiamo conosciuto finora come il mantra del Bari, nel finale di stagione potrebbe subire variazioni. Era ora.

\r\n

@waldganger2000

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here