Dopo appena cinque giorni dalla notizia della riattivazione del servizio del bus navetta all’interno della necropoli barese e le rassicurazioni da parte del vice sindaco Vincenzo Brandi, molto poco è cambiato. Lo comunica il consigliere comunale Michele Caradonna (Gruppo misto) in seguito a un sopralluogo di verifica nel cimitero cittadino.\r\n\r\n”All’interno del bus – sottolinea Caradonna – non ci sono poggiamano per quanti restano in piedi”. Non solo. Il consigliere durante l’avvio del servizio, aveva fatto notare al vice sindaco che il mezzo costato 7.500euro era anche sinistrato. Un’attesa durata anni che si è poi tradotta in un servizio pubblico scadente, un mezzo sinistrato costato troppo e la totale mancanza di comunicazione interna alla necropoli sulla riattivazione del servizio.\r\n\r\nCaradonna nel corso del sopralluogo, ha denunciato anche lo stato dei bagni interni alla necropoli e la difficoltà del personale addetto alle pulizie nel dare decoro a dei locali fatiscenti: nei bagni per gli uomini i servizi sanitari sono tre, due dei quali fuori uso, il terzo con un tubo di scarico rotto, che perde “liquidi” su un cartone posizionato sul pavimento. Nel bagno per i diversamente abili – invece – c’è un buco sotto il lavandino che oltre a far cadere l’acqua direttamente sulle gambe della persona in carrozzina, potrebbe arrecare ferite e incidenti a causa della porcellana rotta. Il bagno delle donne infine è sprovvisto di serratura.\r\n\r\n”Quasi non credevo a quanto stavo guardando – commenta Caradonna – sono davvero seccato di questi atteggiamenti superficiali: un mezzo messo a disposizione di anziani e diversamente abili (tra l’altro comunale) deve rispettare le norme basilari sulla sicurezza stradale. Oltretutto in pochi conoscono l’esistenza del servizio. Chiedo – inoltre – a Decaro di restituire dignità, ai baresi che devono utilizzare i bagni pubblici”.\r\n\r\n


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here