La strategia è stata illustrata oggi dal sovrintendente della Fondazione Petruzzelli, Massimo Biscardi al Consiglio di indirizzo per scongiurare il crac dell’ente che potrebbe essere causato dai 170 ricorsi presentati da ex dipendenti che prima del 2012 hanno prestato la propria opera in favore della Fondazione con contratti a tempo determinato. Una transazione con i lavoratori  ammonterebbe a 6 milioni di euro. Da qui la decisione.

\r\n

I dipendenti, per i quali sono in corso le vertenze, saranno assunti ma successivamente, se in esubero, saranno licenziati. Previa comunicazione alle organizzazioni sindacali dei motivi che determineranno la situazione di eccedenza.

\r\n

Il sovrintendente, quindi, senza attendere l’esito dei giudizi, ha proposto il riconoscimento, per via stragiudiziale, della fondatezza della domanda di nullità e, per l’effetto, l’assunzione di tutti i lavoratori interessati; immediatamente dopo, partirà la procedura di riduzione di personale.

\r\n

Gli uffici amministrativi sono in queste ore impegnati nella quantificazione dell’eventuale costo della procedura di licenziamento del personale in esubero. Costo che dovrà avere copertura certa, prima dell’avvio della procedura stessa.

\r\n

Nei prossimi giorni è previsto un incontro con il sindaco di Bari, nonché della Città Metropolitana, Antonio Decaro e Biscardi nel più breve tempo possibile provvederà ad aggiornare sull’iter procedimentale il ministero dei Beni e Attività Culturali.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here