Cabtutela.it
acipocket.it

Legambiente ritirerà il premio “Ambiente e legalità 2016”, conferito dalla Procura di Bari “per lo straordinario e sinergico lavoro svolto nel contrasto alla criminalità ambientale” con particolare attenzione ai traffici internazionali di rifiuti. Nel corso del 2015 – infatti – secondo i dati resi noti dall’Associazione la Puglia è passata dal primo al quarto posto tra le regioni, per numero di infrazioni accertate in materia ambientale. Alle Forze di polizia che hanno contribuito al successi della Procura va il riconoscimento del Procuratore che ritirerà il premio in rappresentanza di tutti magistrati barese impegnati nel settore durante l’anno passato.\r\n\r\nLa presenza attiva della Procura di Bari non è mancata neanche in campo internazionale manifestandosi con l’adesione al progetto dell’Unione europea “Doctom waste”, finalizzato allo studio dei traffici internazionali di rifiuti che vede in prima linea la Procura barese a fianco di enti e Stati esteri terminali di traffici transfrontalieri come la Repubblica popolare cinese. Un particolare impegno in questo settore, ha assicurato il sostituto procuratore Renato Nitti delegato nell’ambito della Direzione distrettuale antimafia al coordinamento delle indagini relative ad attività organizzate per il traffico illecito di rifiuti.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui