Suicide Squad – Recensione

Dal 13 agosto nei cinema italiani, Suicide Squad di David Ayer: Borderline24 l'ha visto in anteprima per voi

3724

Cabtutela.it
revolution-academy.it

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=wCeuqEI4DeA[/youtube]

\r\n

Se un giorno Superman decidesse di planare giù, scoperchiare la casa bianca e portare via il presidente dallo studio ovale chi lo fermerebbe? Se i supereroi sono fuori gioco non resta che chiamare gli antieroi, i cattivi più cattivi di sempre, gli umani dalla forza sovrumana che hanno sempre combattuto dalla parte sbagliata, ma che insieme potrebbero salvare il pianeta. Amanda Waller con l’aiuto di Batman li ha catturati uno per uno, li ha rinchiusi a Belle Reve e ha buttato via la chiave, ma ora è arrivato il momento di aprire le gabbie e rimetterli in azione per una nuova pericolosissima missione.

\r\n

Un potere sconosciuto evocato dall’Incantatrice (Cara Delevingne) ha preso possesso di Midway City e sta costruendo un’arma dalle proporzioni bibliche per distruggere la terra. Ora tocca ai cattivi salvare il mondo. In prima linea c’è Deadshot (Will Smith), il cecchino che non manca mai un bersaglio, seguito a ruota da Killer Croc (Adewale Akinnuoye-Agbaje), l’invincibile uomo-coccodrillo, Capitan Boomerang (Jai Courtney) l’uomo dalla mira straordinaria, nemico giurato di Flash, Slipknot (Adam Beach), maestro nell’arte dei nodi e, per finire, El Diablo (Jay Hernandez) che sa giocare col fuoco come nessun altro e la sensualissima Harley Quinn (Margot Robbie) che non ha nessuna abilità straordinaria se non quella di far cadere tutti ai suoi piedi con il suo mix letale di bellezza e follia, compreso l’inafferrabile Joker (Jared Leto), il re pazzo di Gotham City. A vegliare sulla Suicide Squad c’è l’agente governativo Rick Flag (Joel Kinnaman), innamorato della versione umana dell’Incantatrice, la spadaccina Katana (Karen Fukuhara) – che intrappola nella sua spada le anime dei nemici uccisi – e naturalmente la spietata Amanda Waller che per piegare questi pericolosi criminali al suo volere ha impiantato loro un ordigno esplosivo nella testa, pronto a farla saltare in aria al primo cenno di ribellione.\r\nQuesta coloratissima galleria di personaggi è la Suicide Squad messa in campo da David Ayer che, per il terzo film del DC Extended Universe – dopo L’uomo d’acciaio e Batman v Superman: Dawn of Justice di Zack Snyder – ha puntato tutto sulle personalità folli, controverse e sopra le righe dei protagonisti piuttosto che su una storia complessa come quella dei film che lo hanno preceduto. Suicide Squad è fatto della stessa sostanza dei suoi personaggi e non potrebbe esistere senza un’Harley Quinn bella da togliere il fiato e pazza d’amore per il suo Joker – che appare in poche scene ma riesce lasciare il segno – un Deadshot in piena crisi esistenziale, in bilico tra bene e male proprio come El Diablo, ossessionato dalle grandi responsabilità che derivano dal suo potere. Loro sono l’anima di quest’avventura che trova la sua ragion d’essere in un’azione talmente frenetica da lasciare la narrazione in secondo piano, così come i veri cattivi del film che impallidiscono per carisma al cospetto dell’esplosiva Suicide Squad che li combatte.

\r\n

\r\n

La squadra ha una sola notte a disposizione per salvare la terra dalla distruzione e David Ayer ha solo una manciata di ore per sviluppare l’arco narrativo della sua storia, in cui i personaggi devono raccontare chi sono, costituire la squadra, elaborare un piano di attacco e portare a termine la missione. Un’impresa al limite dell’impossibile vista l’enorme quantità di personalità che animano questo film e che non lascia troppo spazio d’esecuzione al regista, che non può fare altro che ridurre la narrazione all’osso per lasciare tutta la scena a una serie infinita di scontri all’ultimo sangue a colpi di gag e superpoteri.

\r\n

La missione di Sucide Squad è quella di intrattenere e Ayer la porta a termine senza la pretesa di sfiorare vette autoriali, affidando ai suoi personaggi il compito di raccontare la storia di questa pazza notte a Midway City, talmente surreale che dimenticarla sarà impossibile!

\r\n

Suicide Squad
[table sort=”desc”]\r\nTitolo,Suicide Squad\r\nRegia,David Ayer\r\nSceneggiatura,David Ayer\r\nCast,Margot Robbie, Will Smith, Jared Leto\r\nGenere,Azione, Avventura, Commedia\r\nDurata,123 minuti\r\nData di Uscita,13 agosto 2016\r\n[/table]

ULTIME RECENSIONI

“Si vive una volta sola”: Carlo Verdone presenta il suo ultimo film, girato interamente...

Nove settimane di lavorazione nella calda estate 2019, in cui sono state coinvolte diverse località del Salento (Otranto, Castro, Diso, Santa Cesarea Terme, Melendugno,...

Bari su Netflix con Sophia Loren: arriva “La vita davanti a sé”

L'annuncio è stato dato da Netflix. L'ultimo film di Sophia Loren, girato a  Bari la scorsa estate,  “La vita davanti a sé” diretto dal...

“Tolo tolo” perde la prima posizione: boom di incassi per “Me contro te”

"Me contro Te" il film degli youtuber Sofì e Luì, amatissimi tra i bambini, ha superato domenica 19 gennaio "Tolo Tolo" di Checco Zalone....

Incasso record per il nuovo film di Zalone: 8,6 milioni di euro in un...

Nuovo record nel cinema italiano per l'ultimo film di Checco Zalone alias  Luca Medici: secondo i dati diffusi nella notte da Cinetel, Tolo Tolo ha superato di...

Il primo gennaio esce “Tolo Tolo”: Checco Zalone presenta il suo nuovo singolo “Immigrato”...

Uscirà il primo gennaio Tolo Tolo, il nuovo film di Checco Zalone. Oggi il cantante e attore pugliese ha pubblicato il suo nuovo singolo...

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui