La via per evitare il fallimento del teatro Petruzzelli passa attraverso le assunzioni. Sono 90 infatti i dipendenti ai quali  il sovrintendente della Fondazione Petruzzelli Massimo Biscardi e Vito Pinto, esperto di diritto del lavoro, intendono offrire un contratto a tempo indeterminato. L’unico modo per evitare il maxi contenzioso che altrimenti porterebbero avanti i circa 135 dipendenti su 181 che ancora non hanno trovato un accordo con i vertici della Fondazione. I 45 musicisti e amministrativi che non sono stati assunti hanno accettato un risarcimento in cambio del ritiro dell’azione legale.\r\n\r\nSembra quindi arrivata al dunque la vicenda della Fondazione Petruzzelli. In queste ore saranno completate le transazioni economiche per la chiusura delle azioni legali, mentre nei prossimi giorni partiranno le lettere di riassunzione del personale.\r\n\r\nNei giorni scorsi il tribunale aveva dato ragione ad altri 21 ex dipendenti, reintegrandoli nel personale del teatro, mentre una trentina di artisti erano stati già assunti dopo aver superato il concorso indetto dal commissario Carlo Fuortes. Ora bisognerà capire come verranno gestiti gli esuberi. È infatti possibile, ipotesi confermata dal nuovo presidente della Fondazione – il sindaco di Bari Antonio Decaro – che ogni reintegro non corrisponda ad un esubero. Ecco quindi che le 132 unità del personale attualmente previsti dal Petruzzelli potrebbero diventare di più. Andando ad esempio a pescare dai coristi e orchestrali esterni chiamati a collaborare dalla Fondazione per alcune opere.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here