La nascita di un bambino è un evento meraviglioso, quando poi questo bimbo è figlio di un biker la gioia è estrema…almeno da parte di uno dei due genitori, quello con la moto di solito.

\r\n

Il piccolo agli occhi del babbo sarà un predestinato, un Unto dal Signore che, non appena sarà possibile, sfreccerà con la moto dando paga al suo vecchio, ma questo avviene nella mente di uno dei due genitori perché, dall’altra parte, c’è una donna che ti guarda e pensa: “Povero pazzo, illuditi pure…tanto poi comando io”.

\r\n

La lotta inizia sin dai primi mesi di gravidanza, quando la madre sogna di partorire una bimba uguale a lei da piccola, che faccia danza come lei da piccola, a cui tagliare i capelli esattamente come li tagliavano a lei da piccola e non vede l’ora di vestirla…come lei da piccola, ma se il babbo si permette di sognare che il figliO (perché il motociclista può generare solo figli maschi) vada in moto come lui DA GRANDE…apriti cielo, iniziano dei “pipponi” misti a depressione pre-parto, su quanto tu padre sia egoista…sul fatto che non devi obbligare VOSTRO figlio ad avere la tua stessa passione, su quanto siano stati pazzi i tuoi genitori a farti prendere la moto, su quanto sia pericoloso, e mentre tu la guardi con lo stesso sguardo che aveva Luigi Tenco quando ha saputo che il suo brano non era stato ammesso alla serata finale di Sanremo, lei chiude il discorso con la fatidica frase: “Ma tu lo sai quanta gente che conosco è morta sulla moto? Non ci devi andare più” frase a cui io personalmente ho risposto: “E tu sai quanta gente che conosco è morta nel sonno? Che devo fare non devo dormire più?” (Fu un momento che non dimenticherò mai perché è stato in quel preciso istante che ho appreso di saper fare due cose contemporaneamente…parlare e grattarmi il gruppo d’ascolto).\r\nFinalmente ti dicono il sesso del bambino, qualche istante prima tu e lei siete mano nella mano, la guardi e le dici: “Amore, sarò felice ANCHE se è femmina”…lei ti sorride, ma sa che stai mentendo più di Andreotti al cospetto dei giudici durante l’interrogatorio sul rapporto Stato-Mafia…Arriva il dottore e dice: “Signori sarete felici di sapere che il bambino sta bene ed è”….Questo momento dura più di un’azione di Holly e Benji… “un bel MASCHIETTO” !!!\r\nAdbLei sorride, perché lo sapeva…la mamma se lo sente, la mamma è la mamma…tu hai già chiamato tutti gli amici del gruppo con cui vai a tirare la domenica sul passo per dare a loro la bella notizia…per avvisare i tuoi genitori…c’è sempre tempo, prima i fratelli bikers !!!\r\nDa quel momento inizi a trattare tua moglie come un reliquia, nulla deve disturbare il tuo erede, il potenziale futuro campione della Moto Gp 2036.\r\nInizi a comprargli di tutto, dalle “bavette” con il logo della tua moto, alle tutine con i teschi e la scritta “SON OF A BIKER…BORN TO RIDE” e mentre tu sei felice come Iannone dopo che è riuscito a convincere la Belen, lei, tua moglie, continua a guardarti con la stessa faccia di sempre, quella di: “Fai fai…tanto qui comando io”.\r\nCONTINUA…

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here