Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Un tentativo di rapina portato a termine da un vicino di casa, in pigiama,  con una violenza inaudita. Alla reazione di un pensionato 67enne che non si arrendeva a lasciar prendere il televisore che aveva in casa, il rapinatore non ha esitato a prenderlo a martellate in faccia.\r\n\r\nI fatti risalgono alla serata scorsa, poco dopo le ore  23,  quando l’anziano, che si trova da solo in casa, si è da poco appisolato dinanzi alla TV. Suona il citofono, si alza ed apre la porta, pensando fosse il figlio, che di solito rincasa a quell’ora, ma si trova dinanzi un vicino di casa, conosciuto di vista, in pigiama che, immediatamente, lo spintona, scaraventandolo in terra e prendendogli con una mossa repentina la TV. L’anziano si rialza e reagisce al suo aggressore, strappandogli di mano l’apparecchio. L’aggressore, a quel punto, impugna un martello che aveva con se ed inizia ad usarlo nei confronti della vittima che viene colpita al naso e in varie parti del corpo, ma riesce ad urlare e a mettere in fuga il rapinatore che conosce di vista e di cui ricorda il nome.\r\n\r\nUn dettaglio non da poco per i carabinieri che sono piombati a casa del presunto aggressore – già noto alle forze dell’ordine –  trovandolo a letto, con lo stesso pigiama sporco del sangue della vittima. Gli immediati accertamenti eseguiti sul suo conto hanno consentito di acquisire rilevanti prove che lo hanno incastrato. Nel corso di una perquisizione sono state, infatti, trovate  tracce di sangue (riconducibili all’anziano) tra le lenzuola, sul pigiama e sul giubbotto, che hanno fatto scattare immediatamente l’arresto. Tutto il materiale è stato sequestrato e posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Del martello, al momento, nessuna traccia. L’anziano, condotto in ospedale, ha riportato una frattura al naso e diverse contusioni ed escoriazioni in varie parti del corpo, ritenute guaribili in 20 giorni di prognosi.\r\n\r\n \r\n\r\n 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui