Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

“La partita mi è piaciuta. Il primo tempo abbiamo giocato meglio del previsto. Avevo il timore di che la squadra non riuscisse a interpretare bene la partita. Invece ho avuto subito la sensazione di poter portare a casa la vittoria. Non abbiamo subito nella nel primo tempo. Abbiamo reato i presupposti per il successo con il gol di Maniero, la traversa…”: è raggiante il tecnico del Bari Roberto Stellone alla fine della gara con la Pro Vercelli. La vittoria è un balsamo per lo spogliatoio barese. Latina sarà il banco di prova per misurare i progressi di Brienza e compagni.\r\n\r\nIl secondo tempo meno brillante\r\n\r\n”Nel secondo tempo ci siamo abbassati un po’ – ha rilevato Stellone – mentre gli avversari hanno osato, e abbiamo giocato con le ripartenze. Siamo stati bravi a  chiudere i conti con Brienza. Sono soddisfatto della prestazione”.\r\n\r\nIl siparietto con Maniero\r\n\r\n”Dopo il gol è corso ad abbracciarmi. Cosa gli ho detto? Avvertimi Riccardo, anche se hai perso chili, non sei leggerissimo… Mi ha fatto piacere il suo ritorno al gol”.\r\n\r\nLa richiesta alla squadra\r\n\r\n”Chiedo continuità di risultati e prestazioni. Basta con l’altalena. E’ fondamentale per la classifica e per il discorso di certezze di squadra. Oggi la squadra si è comportata bene, mentre dopo Frosinone e Novara emergevano le lacune”.\r\n\r\nI singoli\r\n\r\n”Brienza era a rischio, abbiamo avuto indisponibili a lungo Moras e Cassani… Spero di far giocare sempre gli stessi per tre o quattro partite. Brienza fa la differenza, da solo fa salire la squadra e fa la scelta giusta. Sabelli? Sta disputando un grande campionato di Sabelli. Ivan? Farà esami per verificare se ci sono guai muscolari”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari