Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

L’Accademia delle belle arti è pronta ad essere ospitata nella nuova Caserma Rossani. Questa mattina infatti è stato siglato il protocollo tra Comune, Città Metropolitana e i rappresentanti dell’Accademia delle belle arti di Bari.\r\n\r\nL’accordo\r\n\r\nL’atto d’intesa è il primo passo per la realizzazione del nuovo polo della creatività nell’area della Rossani per cui sono stati finanziati 18 milioni di euro del Patto per la Città metropolitana, stanziati dai fondi Cipe. Una serie di interventi, quelli previsti dall’accordo, che vedranno la presenza attiva della cittadinanza: grazie al percorso, già attivo, di “Ri – accordi urbani” saranno i cittadini a decidere con il Comune quali saranno gli spazi e gli edifici da riqualificare e da destinare al polo della creatività nell’area della ex caserma.\r\n\r\nIl sindaco Decaro: “Restituiremo funzionalità ad una delle più belle aree di Bari”\r\n\r\n“Oggi abbiamo sancito l’inizio di un percorso – spiega il sindaco di Bari Antonio Decaro -, che ha due obiettivi: dare una sede degna all’Accademia delle Belle arti, che non ha solo un ruolo cittadino, ma metropolitano, vista la differente provenienza degli studenti che la frequentano e restituire funzionalità e vivibilità ad un altro pezzo di una delle aree più belle e importanti di Bari: la ex Caserma Rossani. Questa è una soluzione condivisa con gli studenti, con il Ministero e con i cittadini che hanno compreso l’importanza e il valore di realizzare in quei luoghi, un polo della creatività che si integrerebbe perfettamente con il parco urbano che stiamo per realizzare nella zona a sud, con la casa della cittadinanza, con il polo bibliotecario regionale e con tutte le altre attività che intendiamo insediare nelle aree della ex Caserma”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui