Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

A Ruvo chiusa una scuola perché inagibile. Si tratta della succursale dell’istituto tecnico commerciale Tannoia. A Bisceglie infiltrazioni e solai a rischio crollo nell’istituto Cosmai. Oggi gli studenti di Bisceglie e Ruvo sono scesi in strada per denunciare le condizioni in cui versano le strutture scolastiche.

\r\n

Bisceglie

\r\n

Studenti in piazza a Bisceglie per denunciare le condizioni in cui versa l’istituto Cosmai, dalla presenza di infiltrazioni al rischio di crollo di un solaio. I ragazzi, che già avevano organizzato un’assemblea nei giorni scorsi, oggi hanno promosso un corteo fino  al Comune, chiedendo un intervento da parte della Città metropolitana.

\r\n

Ruvo

\r\n

Anche a Ruvo la situazione non è più accettabile: gli studenti dell’ Itset “Tannoia” di Ruvo hanno organizzato un sit-in dopo aver appreso nella giornata di ieri del provvedimento di chiusura notificato alla scuola da parte della Città Metropolitana di Bari, decisione presa a seguito delle indagini strutturali effettuate dall’ente, che hanno rilevato una situazione emergenziale e pericolosa per la sicurezza e l’incolumità dei ragazzi e di tutto il personale scolastico. Gli studenti hanno richiesto al Comune garanzie rispetto alla possibilità di poter ricominciare il prima possibile le lezioni.

\r\n

La denuncia dell’Uds Puglia

\r\n

“I casi del Tannoia e del Cosmai- dichiara Nicolò Ceci, coordinatore regionale dell’Unione degli Studenti – sono purtroppo emblematici di una situazione che coinvolge tantissime scuole a livello regionale. Ogni giorno migliaia di studenti sono costretti a frequentare scuole non a norma e a rischio crollo. Ora addirittura gli studenti di Ruvo non possono più accedere alla loro scuola e non hanno ancora ricevuto risposte su dove potranno terminare il loro anno scolastico, vedendo di fatto negato il loro diritto allo studio. Continueremo a mobilitarci e a denunciare le condizioni in cui viviamo ogni giorno – prosegue Ceci – affinché la Città Metropolitana di Bari e la Regione affrontino il problema garantendo finanziamenti e interventi strutturali, che possano permettere agli studenti e alle studentesse di tutto il territorio di frequentare strutture sicure e di qualità”.

\r\n\r\n

\r\n


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui