Grandi opere in programma per il 2017: dal parco progettato dall’archistar Massimiliano Fuksas nella Rossani a sei nuove rotatorie fino al restyling di giardini come quello di largo Giordano Bruno sul lungomare. Per la città di Bari i progetti dell’amministrazione, inseriti nel piano delle opere pubbliche, interesseranno tutti i quartieri e in alcuni casi risolveranno problemi che vanno avanti da anni, come ad esempio per il nuovo mercato di via Pitagora a Japigia (tre milioni di euro), atteso dai residenti stanchi di convivere con i rifiuti tra le aiuole. Senza dimenticare l’importante ampliamento di via Amendola che diventerà a quattro corsie. Per il 2017 la spesa prevista è di 158 milioni di euro.\r\n\r\nLa Rossani\r\n\r\nPer la Rossani sono due i progetti in cantiere: il polo bibiliotecario finanziato con 9 milioni di euro dalla Regione e che consentirà di ristrutturare due palazzine ora fatiscenti e il parco progettato dall’archistar Fuksas, con le correzioni apportate da cittadini e associazioni. L’area verde, per la quale si spenderanno un milione e 700mila euro, sarà abbellita da un manto erboso da 4mila metri quadri, uno skatepark, percorsi ciclabili, giochi per i più piccoli, saranno abbattuti i muri perimetrali, sostituiti con delle recinzioni, saranno piantati 164 nuovi alberi oltre che arbusti di diverso tipo.\r\n\r\nMargherita e Mercato del Pesce\r\n\r\nIl polo delle arti contemporanee nascerà nel teatro Margherita, i cui lavori sono già partiti a ottobre e nel mercato del Pesce in piazza del Ferrarese. Qui il cantiere doveva partire alla fine dell’anno ma è stato rinviato a causa del mancato trasloco da parte degli uffici dell’assessorato al Patrimonio, ancora in cerca di una nuova sede. All’interno del Margherita nascerà uno spazio destinato a concerti e spettacoli; in piazza del Ferrarese un mercato con prodotti a chilometro zero e artigianali oltre che laboratori e atelier d’arte e residenze d’artista. Poi un orto urbano con esposizione di ulivi e piante autoctone pugliesi e un roof garden con bar, tavola calda e fredda.\r\n\r\nGli altri cantieri\r\n\r\nTra i principali spiccano l’adeguamento sismico della sala Murat (250mila euro), il restauro delle facciate del Fortino (420mila euro), la realizzazione di accessi controllati al Comune (250mila euro). Ed ancora 900mila euro per nuovi alberi, realizzazione dell’accesso al fossato del Castello (260mila euro), il restyling di largo Giordano Bruno (262mila e 500 euro). Nascerà una nuova scuola nel Villaggio del Lavoratore (3 milioni e 639mila euro) oltre alla tanto attesa ristrutturazione della Regina Margherita (un milione e mezzo di euro). Altri tre milioni andranno per la realizzazione di 10 classi di scuola elementare in via Costa a San Girolamo. A Fesca  stanziati 10 milioni di euro per il parcheggio di scambio. Sei le rotatorie previste: viale di Maratona con via Mascagni, via Martin Luther King con via Che Guevara, in via Gentile all’ingresso del rione Sant’Anna, in via Pier Paolo Pasolini a Palese, in corso della Carboneria ad angolo con via Brigata Regina e in via Napoli ad angolo con via Tommaso Fiore.\r\n\r\nEd infine gli interventi di ristrutturazione del park and ride di Largo Due Giugno, la nascita delle prime zone a velocità 30, il secondo stralcio del restyling del Piccinni per quasi due milioni di euro. Proseguiranno i cantieri per la bonifica della Fibronit, per la realizzazione di un giardino nell’ex Gasometro mentre è attesa per l’estate la conclusione dei lavori per il waterfront di San Girolamo.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here