aqp.it
ferrovieappulolucane.it
amgasbarisrl.it

Un cambio al vertice di una delle più importanti associazioni culturali legate al mondo dell’editoria in Puglia ed in Italia: la coordinatrice dei Presìdi del Libro, Gilda Melfi, conclude il suo percorso e passa il testimone a Ines Pierucci. La Melfi aveva assunto l’incarico quattordici anni fa, su invito di Giuseppe Laterza “curando i contatti con gli Enti, il territorio, i nascenti gruppi di lettura”. I circoli dei Presidi del Libro sono stati un vero avamposto a difesa della lettura, e sono anche stati elogiati dal Premio Strega barese, Nicola Lagioia: “Molti oggi sono i Presìdi sparsi a macchia di leopardo sul territorio nazionale. Eviterò l’elenco di quelli che ho visitato in Puglia. Non finirei più (…) Gilda dei presìdi è la coordinatrice storica, e chiunque l’abbia conosciuta (scrittori, giornalisti, saggisti, politologi, critici d’arte da lei invitati a parlare di libri in uno dei tanti presìdi sparsi sul territorio) non può dimenticarla”.\r\n\r\nLa sfida di Ines Pierucci\r\n\r\nInes Pierucci, nuova responsabile-coordinatrice dei Presìdi del Libro, è laureata in Russo e Bulgaro all’Università di Bari, specializzata nel campo dell’editoria con il Master di Primo livello per Redattori editoriali dell’Università Carlo Bo di Urbino. Ha lavorato nell’Associazione Presìdi del libro dal 2004. “E’ tra i soci fondatori dell’agenzia letteraria Ampi Margini, con sede a Londra, e da più di dieci anni, per passione, organizza a Bari i reading domestici “Citofonare interno 8”, gemmazione di quelli romani”.\r\n\r\nLa Pierucci, grazie alla sua esperienza “in progettazione e organizzazione di interventi rivolti alla promozione di politiche culturali”, proseguirà sul tracciato della Melfi per raggiungere nuovi traguardi di diffusione della lettura e del libro in Puglia e non solo.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui