Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

In Puglia è stata dichiarato lo stato di emergenza in seguito all’ondata di maltempo. A firmare il decreto è stato il presidente della Regione, Michele Emiliano, stanziato 1,5 milioni di euro per far fronte alla situazione disastrosa. “Qualora fosse necessario l’intervento dello Stato – ha dichiarato Emiliano – per la gravità dell’evento, con successivi atti saranno assunte le necessarie iniziative per richiederlo tramite il riconoscimento dello stato di emergenza nazionale”.\r\n\r\n

\r\n\r\nL’assessore regionale Di Gioia: “Gravi danni su tutto il territorio pugliese”\r\n\r\nA fare la conta dei danni per neve e freddo è stato l’assessore regionale alle Risorse agroalimentari Leonardo Di Gioia: “La situazione, ad oggi, – spiega – è gravissima in gran parte delle zone rurali dei comuni di tutte le sei province: dalla zootecnia al comparto ortofrutticolo, vitivinicolo, vivaistico, lattiero caseario, i danni alla nostra agricoltura sono evidenti e necessitano un intervento nazionale che ci consenta di attingere al Fondo di solidarietà nazionale”. La Regione, come assicura Di Gioia, è già al lavoro per fare una stima delle perdite, così da poter poi concordare con il Ministero le prossime azioni, come previsto dal Piano assicurativo agricolo nazionale.\r\n\r\n”Sono certo e fiducioso – ha proseguito Di Gioia – che il ministro Martina, così come ha già dimostrato nelle ultime ore, accoglierà la richiesta in tempi rapidi. Resta la consapevolezza che il decreto di declaratoria, così come è strutturato, non può essere un provvedimento sufficiente a coprire totalmente i danni e risolvere situazioni non risarcibili ma, di contro, assicurabili”. Quello che serve, invece, per l’assessore è “risarcire immediatamente il territorio rurale pugliese, le infrastrutture di approvvigionamento idrico e la viabilità, compromessa dalle nevicate a dal gelo, così come anche sostenere economicamente i nostri imprenditori agricoli”. Il tema sarà comunque portato all’attenzione della Conferenza delle Regioni.\r\n\r\nLe emergenze nella provincia barese\r\n\r\nDa giorni la situazione nel Barese è drammatica: tra i paesi più colpiti ci sono Santeramo, Palo del colle, Altamura, Gravina, Cassano e Acquaviva delle Fonti. La neve ha bloccato le strade, rendendo difficili le operazioni di soccorso. Come si può vedere dalle immagini pubblicate, le vie sono state liberate ma ai lati della carreggiata ci sono ancora metri di neve. Fondamentale è stato l’ausilio delle forze dell’ordine, che in questi giorni hanno collaborato per fornire soccorso alle popolazioni colpite dal maltempo.\r\n\r\nNella località “Masseria Stornello-Sardone” del Comune di Poggiorsini, in provincia di Bari, una pattuglia dei carabinieri ha salvato quattro persone che si erano allontanate la sera prima per una escursione serale e che erano rimaste bloccate all’interno del loro fuoristrada. A Gioia del colle i militari hanno prestato soccorso ad una persona, bloccata in casa dalla neve, accompagnandola all’ospedale per effettuare una dialisi. I carabinieri di Altamura hanno prestato soccorso anche ad un’ambulanza che trasportava una neonata di 40 giorni in pericolo di vita. La piccola è stata scortata all’ospedale pediatrico di Bari.\r\n\r\nAttivi su tutto il territorio provinciale i carabinieri forestali: a Cassano delle murge hanno prestato soccorso ai degenti ed al personale sanitario dell’ospedale Maugeri, totalmente isolato, mentre a Gioia del colle hanno individuato un pullman con 50 passeggeri a bordo, tutti tratti in salvo e rifocillati. Inoltre in una masseria isolata di contrada Corvello, vicino Acquaviva, è stata trovata una persona che necessitava di cure mediche e i forestali hanno permesso ad un dottore di raggiungere subito il posto. Ad Altamura, invece, è stato assistito un disabile che si trovava in un’abitazione totalmente isolata dalla neve.\r\n\r\nVigili baresi sulla Murgia \r\n\r\nAiuti sono arrivati anche dalla città di Bari: a Santeramo sono state inviate tre pattuglie di vigili urbani e una pattuglia di polizia metropolitana per fornire supporto alle operazioni di ripristino della viabilità. Gli agenti erano coordinati dal comandante della polizia municipale di Bari Nicola Marzulli, in accordo con il comandante della polizia municipale di Santeramo Vincenzo Caporusso. Per questo gesto Emiliano ha ringraziato il sindaco Antonio Decaro.\r\n\r\nAcquedotto pugliese ai cittadini: “Razionalizzate i consumi d’acqua”\r\n\r\nIl maltempo ha creato grosse problematiche anche alla rete di distribuzione dell’acqua nei vari Comuni, gestita da Acquedotto pugliese. La società, con una nota, ha chiesto ai cittadini di razionalizzare il consumo d’acqua, “evitando – scrivono – gli usi non prioritari dell’acqua. L’uso responsabile della risorsa rappresenta, infatti, una variabile fondamentale per evitare eventuali disagi”.\r\n\r\nIn questi giorni Aqp ha incrementato progressivamente sia la produzione di acqua potabile, portando al massimo delle loro potenzialità gli impianti di potabilizzazione, sia il prelievo di acqua da falda, così da ovviare alla dispersione idrica dovuta al congelamento del liquido nei tubi e alla rottura dei contatori. In situazioni di particolare disagio, come a Santeramo e a Ginosa, è stata potenziata la fornitura d’acqua con l’ausilio di autobotti e con la distribuzione di sacchetti di acqua potabile ai cittadini. I tecnici sono anche intervenuti per ripristinare i contatori danneggiati dal gelo. Ieri sera ne erano stati riparati il 60 per cento dei 5mila attualmente segnalati dagli utenti, attraverso il potenziamento delle squadre di pronto intervento.\r\n\r\n 


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui