Cabtutela.it
revolution-academy.it
“L’1 luglio 2016 ho presentato, alla Prima Commissione e al suo Presidente PD, una richiesta volta ad invitare in Municipio l’Assessore alla Sanità della Regione Puglia Michele Emiliano, al fine di conoscere le conseguenze del “piano di riordino” sull’ospedale Di Venere. Purtroppo, a causa del disinteresse per la tematica da parte dei Consiglieri, dell’assenza totale di programmazione e dell’incapacità del Presidente PD di svolgere il proprio ruolo, la richiesta è stata da me letta il 14 dicembre e totalmente ignorata dai membri della Commissione”: la proposta arriva da Vito Saliano, consigliere municipale dei 5 Stelle nel Municipio 4.
No alla chiusura di neurochirurgia
“Ho presentato una nuova richiesta in Commissione chiedendo di porre in discussione la problematica riguardante l’ospedale Di Venere ed in modo particolare la chiusura del reparto di neurochirurgia, al fine di avere contezza dei fatti direttamente dai responsabili regionali attraverso un incontro.  La stessa maggioranza PD in Regione – scrive Saliano – è spaccata sul “Piano di riordino” infatti, oltre ad aver già modificato il piano, è arrivata la bocciatura da parte della Commissione Sanità. Una situazione di confusione che preoccupa e disorienta i cittadini a cui dal mio punto di vista, evidentemente non condiviso dal PD sul Municipio 4, dobbiamo dare risposte”.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

1 COMMENTO

  1. Stamattina alla radio sentito l’intervista di Emiliano alla commissione per l’incidente del treno di luglio sulla tratta Corato, diceva che una delle cause degli incidenti è perché la Regione non ha nessun controllo e gestione sul concessionario del servizio treni, e che due occhi vedono meglio di uno. Allora mi sono chiesto come mai la sanità pugliese con presidente regionale Emiliano, assessore regionale Emiliano, gestione regionale Emiliano vuole chiudere un reparto tanto dellicato per la sopravvivenza del popolo e altamente professionale grazie agli addetti al lavoro e non grazie ai politici. Non è che Emiliano fa due pesi e due misure che dove vuole lui quattro occhi vedono meglio di due e dove vuole usa le bende. Caro presidente, come disse il buon Totò”ma mi faccia il piacere”.

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui