LUNEDì, 22 APRILE 2024
72,666 ARTICOLI
Dir. resp.:Samantha Dell'Edera
redazione@borderline24.com

Per segnalazioni: +39 375 5535222
72,666 ARTICOLI

Direttore Responsabile: Samantha Dell'Edera
Per segnalazioni:
Cell. +39 375 5535222
Email: redazione@borderline24.com

Bari, operazione salvavita al Di Venere: solo altri due casi al mondo

Pubblicato da: redazione | Mer, 22 Marzo 2023 - 19:30

E’ stato portato a termine all’ospedale Di Venere di Carbonara un particolare intervento chirurgico che ha salvato la vita ad un paziente affetto da anuerisma sacciforme. Si tratta, in base a quanto riferito da chi ha fornito l’endoprotesi con fenestrature fatta su misura, di uno dei soli due casi al mondo di interventi realizzati con tale tecnica.

A spiegare la tipologia dell’operazione è il direttore generale dell’Asl di Bari, Vito Montanaro: “Lo scorso 29 marzo  – dice con soddisfazione – è stato eseguita dall’equipe di Chirurgia vascolare diretta dal dottor Giuseppe Natalicchio una procedura di ricostruzione dell’aorta toraco-addominale, con tecnica endovascolare, in un paziente affetto da aneurisma sacciforme, non idoneo alla chirurgia a cielo aperto in quanto già operato al polmone  e sottoposto a chirurgia renale. Vista l’anatomia complessa dell’aneurisma, si è deciso, in collaborazione con un centro specialistico di Miami, la costruzione di un’endoprotesi con fenestrature, fatta su misura che potesse escludere l’aneurisma risparmiando le arterie principali che irrorano l’intestino.

Per rendere possibile l’intervento – illustra il Direttore Generale della ASL Bari – è stata progettata e costruita un’endoprotesi aortica fenestrata diversa dalle altre fatte su misura che abitualmente vengono utilizzate affinché potesse adattarsi perfettamente alla anatomia del paziente sfruttando i pochi millimetri a disposizione, fosse estremamente versatile, avesse punti di riferimento radiopachi in modo da consentirne il posizionamento con estrema precisione. L’intervento è durato circa due ore: buone le condizioni generali del paziente che già nelle prime 24 ore dopo l’intervento si è alimentato e ha deambulato.  Voglio complimentarmi pubblicamente – conclude Montanaro – col dottor Giuseppe Natalicchio per il lavoro svolto sottolineando l’orgoglio per la presenza delle molte eccellenze nella sanità pubblica pugliese”.

 

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24.com
Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

Il Bari 2023/24: una squadra “forte”...

La gara contro il Pisa, avrebbe dovuto rappresentare la partita della...
- 22 Aprile 2024

Bari, addio al proprietario del ristorante...

Giornata di lutto nel mondo della ristorazione barese per la morte...
- 22 Aprile 2024

Disabilità: l’importanza dei montascale per garantire...

Nell'affrontare la vita quotidiana, le persone con disabilità si trovano spesso...
- 22 Aprile 2024

Il Festival della Valle d’Itria festeggia...

Si aprirà con la 'Norma' di Vincenzo Bellini, che nel 1977...
- 22 Aprile 2024