L’anteprima nazionale di World press photo, il più grande concorso di fotogiornalismo al mondo – organizzata in Spazio Murat a  Bari e  inaugurata venerdì 28 aprile alla presenza di Burhan Ozbilici (vincitore assoluto del titolo World Press Photo of the Year 2017) – supera già i 1500 visitatori paganti.

Allestita in circa 200 sedi in 54 Paesi, l’esposizione è ospitata per il quarto anno consecutivo, dal 28 aprile al 21 maggio, a Bari in Spazio Murat, grazie all’impegno di Cime  (realtà pugliese che si occupa dell’organizzazione di eventi culturali in Italia e all’estero, con particolare attenzione alla promozione e allo sviluppo dei territori).

I visitatori oltre ad ammirare le 150 immagini vincitrici del più prestigioso concorso di fotografia, nato ad Amsterdam nel 1955, potranno godere di un prestigioso programma d’incontri letterari e musica live, realizzati in collaborazione con i Presìdi del libro e il Conservatorio di Bari Niccolò Piccinni.

S’inizia giovedì 4 maggio con l’evento a cura dei Presìdi del Libro (ore 18, ingresso mostra): l’attore Carlo Dilonardo leggerà “Davanti al dolore degli altri” della statunitense Susan Sontag. Un libro che si interroga sulla rappresentazione visiva della guerra. Dalla guerra civile spagnola, la prima documentata modernamente con fotografi professionisti sul campo, a Dachau e Auschwitz, Hiroshima e Nagasaki, il Vietnam con l’uso delle telecamere, poi Kabul, Sarajevo, Mostar Est, Grozny, i sedici acri di downtown Manhattan all’indomani dell’11 settembre 2001, il campo profughi di Jenin. Una breve storia della fotografia di guerra attraverso alcuni dei suoi protagonisti come il repoter Robert Capa attraverso la quale la scrittrice Sontag non smette di chiedersi quale sia la necessità di queste testimonianze in presa diretta e quale il loro indice di realtà.

Venerdì 5 maggio (ore 19, ingresso mostra) è in programma un accompagnamento musicale dal vivo a cura del Conservatorio Niccolò Piccinni.

Ogni sabato, invece, sarà organizzata all’interno della mostra una Public Lecture (ore 16) con un fotoreporter di fama internazionale vincitore di World Press Photo dopo il famoso vincitore del World Press of the Year 2017 Burhan Ozbilici, domenica 6 maggio sarà la volta dei pluripremiato e già membro della giuria del Wpp per sei anni Manoocher Deghati. A seguire saranno ospiti Antonio Gibotta (13 maggio) e Francesco Comello (20 maggio).

La mostra sarà presente in Spazio Murat fino al 21 maggio prossimo. Gli orari di apertura vanno dal lunedì al giovedì ore 10-20, venerdì e sabato ore 10-22, domenica ore 10-13 e 16-20.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here