Cabtutela.it
acipocket.it
aqp.it

Marciapiedi pieni di escrementi di cani. Rotti e con scivoli inesistenti o occupati da auto  o motorini. A denunciare le difficoltà a camminare in città con un passeggino è una mamma che non vive a Bari. Scesa in città nell’ultima settimana. “Non trascorrevo cinque giorni di fila da molto tempo – scrive in un post al sindaco Antonio Decaro –  care mamme vi voglio fare i complimenti per la pazienza che avete nel vivere in una città così tanto baby unfriendly!”

La descrizione dei disagi è dettagliata.

“Con enorme rammarico mi aggiro per la città facendo continui slalom con il passeggino tra marciapiedi dismessi, pali e cacche di cane. Gli scivoli per i disabili comodissimi per i passeggini sono rari e spesso occupati da motorini liberamente parcheggiati”.

In pessime condizioni anche i parchi della città. “Ho portato mio figlio a parco Due giugno e ho visto distese di cicche di sigarette su prati bruciati e malcurati. Due stagni più che laghetti abbandonati e giostre e giochini scritti da vandali. La situazione non migliora di molto a parco Perotti e peggiora da pazzi a piazza Umberto. Dilaga l’inciviltà e la non curanza di tutto in città”.

Ed infine i servizi igienici, sia quelli pubblici che quelli dei locali. “Da donna incinta di quasi 9 mesi ho usufruito del bagno di un bar stamattina nella zona del giudice di pace (lavandino rotto e inutilizzabile, niente carta, niente sapone!) E di quello di un bar del centro che meriterebbe una visita dall’ufficio igiene (una sorta di deposito con un wc lercio). Ma perché secondo voi siamo ridotti così male?!? La città non è solo malavita e malagente”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui