Cabtutela.it
acipocket.it
ferrovieappulolucane.it

“Quanto ancora dovremo aspettare per il consiglio monotematico sulla questione roghi e rifiuti nel Municipio 4?”. A domandarlo attraverso una nota stampa è Vito Saliano, portavoce M5S al Municipio 4 di Bari

“La richiesta di convocazione straordinaria firmata da ben 9 consiglieri su 12 – scrive -, rivolta al presidente Acquaviva nel rispetto del regolamento, è stata depositata nel lontano 26 gennaio 2017 e a 4 mesi di distanza nulla si è mosso. Il presidente Acquaviva non è pervenuto. Noi vogliamo un Consiglio in modo tale che vi possano partecipare anche i cittadini per un confronto nelle sedi istituzionali volto alla collaborazione reciproca e al recepimento delle loro idee/soluzioni, per capire cosa è stato fatto da questa Amministrazione, da quanto ci risulta nulla, e di cosa si potrà fare. Infatti nella mia richiesta ho invitato anche il sindaco, il prefetto, il comandante della polizia locale, il comandate dei carabinieri e l’assessore all’Ambiente”.

“La questione roghi -prosegue -, sopratutto nei quartieri Ceglie del Campo e Santa Rita, è drammatica ed è accompagnata dall’abbandono di rifiuti tra cui anche amianto. Da oltre 3 anni segnaliamo siti e chiediamo un intervento concreto dell’amministrazione Pd, ma nulla è stato fatto. Abbiamo chiesto foto trappole, maggiore presenza delle forze dell’ordine sul territorio, bonifiche e sopratutto rimozione del pericolosissimo amianto in grandi quantità in prossimità della scuola media Manzoni-Lucarelli e di centri abitati. Ma le parole dell’assessore all’Ambiente e dell’intera Amministrazione per ora sono volate con il vento, e come speriamo non stiano volando le fibre di amianto. Chiederò ancora una volta al presidente Acquaviva di convocare il Consiglio sperando che rispetti il Regolamento, altrimenti troveremo altri rimedi per far ascoltare la nostra voce e quella dei tanti cittadini esasperati.”


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui