Cabtutela.it

Nove città, lo splendido Parco dell’Alta Murgia, la Puglia imperiale. E uno special guest che in pochi possono vantare: Vincenzo Nibali, accompagnato da due “scudieri” della Bahrain Merida, Franco Pellizotti e Manuele Boaro. Si avvicina l’ora della Granfondo Vincenzo Nibali, gara ciclistica di 126 km riservata a cicloamatori e cicloturisti, organizzata dalla Spes Alberobello, in collaborazione con Asd Nibali Messina, Sc Giovinazzo, Avis Bike Ruvo e Puglia Marathon. La corsa è in programma domenica 18 giugno, ma lo Squalo dello Stretto sarà a Giovinazzo, sede di partenza, già sabato sera per incontrare i suoi fan e i suoi “colleghi” di bicicletta.

Da Giovinazzo, la GF Nibali attraverserà i Comuni di Molfetta, Bisceglie, Ruvo di Puglia, Corato, Terlizzi, Andria, Spinazzola ePoggiorsini toccando buona parte del Parco dell’Alta Murgia e della Puglia Imperiale, sulle tracce di Federico II: così Vincenzo Nibali ha voluto dare l’opportunità, a tanti ciclisti italiani e non solo, di seguire tracce storiche importanti e ammirare i paesaggi pugliesi, dai colori del Mare Adriatico a quelli tipici dell’entroterra barese e della Murgia in particolare.

“Nibali lascia la Sicilia per abbracciare la Puglia – ha spiegato ieri Lillo La Rosa, Team Manager dell’Asd Nibali, in sede di presentazione – sui sentieri comuni di Federico II. La Granfondo non è solo ed esclusivamente un evento ciclistico ma anche un’occasione per promuovere le bellezze del territorio e dare un contenuto sociale di solidarietà all’evento sportivo”. A questo proposito, Loredana Lezoche, presidente del Comitato Tappa Giro d’Italia Molfetta, ha annunciato di aver promosso una borsa di studio in ricordo del giovane Rosario Costa, il ragazzo di Messina dell’Asd Nibali, scomparso a soli 14 anni per un incidente stradale.

Di sicurezza ha parlato Michele Emiliano, governatore della Puglia: “Portare centinaia di ciclisti su strada richiede un’organizzazione complessa e ci deve servire per affermare l’importanza del tema della sicurezza da garantire ai ciclisti e che richiede una particolare attenzione culturale. Siamo tutti convinti che la bicicletta sia utile, sia un mezzo di mobilità dolce, che sarà il futuro anche per la salute ed il benessere delle persone, ma purtroppo dobbiamo ancora adattare le città a misura di ciclisti”

Per Elio Sannicandro, rappresentante del Coni, “la Granfondo Nibali, insieme ai grandi eventi sportivi che caratterizzano questo anno sportivo, sono frutto della sinergia istituzionale tra Regione Puglia e Coni che determina enormi opportunità in termini di marketing territoriale con una razionalizzazione delle risorse e una visione strategica a tutto campo”. Entusiasti della manifestazione anche Cesare Troia, presidente del Parco dell’Alta Murgia, e Luca Scandale (Pugliapromozione).

Sabato 17 Giugno, a Giovinazzo, sul Lungomare di Levante (piazza Leichardt) verrà aperto lo “Shark Village” che ospiterà una serie di attrazioni per ciclisti e cicloamatori e, in serata, una grande festa aperta ai partecipanti ed agli appassionati. Domenica 18 giugno, nel pomeriggio, si svolgeranno anche le premiazioni all’arrivo di tutti i partecipanti. E sempre sabato, alle 18.00, Vincenzo Nibali inaugurerà la pista ciclabile che collega Giovinazzo a Santo Spirito, dedicata a Franco Ballerini, direttore tecnico della nazionale di ciclismo scomparso alcuni anni fa. Nel corso della manifestazione sportiva sarà ricordato anche Michele Scarponi.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui