Un minuto. Sessanta secondi. Quanti bastano alla Happy Casa Brindisi per tornare umana e alla Reyer Venezia per tornare Umana: i campioni d’Italia hanno espugnato il PalaPentassuglia grazie a una rimonta al fotofinish, infliggendo ai biancazzurri il terzo ko in altrettanti incontri. E’ finita 74-77 con la tripla e il canestro da sotto di Bramos e il tiro libero di Marquez a gelare i sogni d’impresa dei brindisini, rendendo vana l’eccellente prova di squadra e la doppia doppia di Lalanne (13 punti e 18 rimbalzi).

Grosso rammarico per la Happy Casa che ha lottato e si è esaltata davanti al proprio pubblico, giocando in maniera esemplare per 39 minuti su 40, sospinta dal top scorer Barber con 15 punti e dai ritrovati Suggs e Tepic, entrambi a segno con 13 punti. Poi, nell’ultimo quarto di gioco la squadra di coach Dell’Agnello si è impantanata su un pessimo 2/15 al tiro e 9-16 di parziale, uscendo dal campo a mani vuote.

L’appuntamento con il successo è ulteriormente rimandato e il prossimo match è quello in programma al Forum di Milano contro l’EA7. Venezia si conferma invece leader del campionato a braccetto con Brescia, in attesa degli impegni esterni di Pistoia e Milano.

IL TABELLINO

Happy Casa Brindisi-Umana Reyer Venezia: 74-77
Parziali: (22-16; 46-39; 65-61; 74-77)

HAPPY CASA: Mesicek 4, Suggs 13, Tepic 14, Oleka 2, Lalanne 13, Cardillo 3, Giuri 8, Barber 15, Randle 2, Canavesi, Sirakov ne, Leggio ne. All.: Dell’Agnello.
UMANA: Haynes 13, Peric 14, Johnson 14, De Nicolao 8, Jenkins 5, Orelik 3, Ress 3, Biligha 3, Cerella, Watt 7, Bolpin ne. All.: De Raffaele.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.
caricamento...

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here