Cabtutela.it
acipocket.it

Atterrata questa mattina la navetta russa Soyuz. L’astronauta italiano Paolo Nespoli è rientrato a Terra insieme ai suoi compagni di equipaggio, l’americano Randy Bresnik e il russo Sergei Ryazansky, con i quali il 28 luglio aveva fatto il viaggio di andata. Dopo 139 giorni si conclude così la missione Vita, dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi). L’atterraggio, nella steppa del Kazakhistan, è avvenuto puntualmente alle 9,38 italiane.  Prima di entrare nella Soyuz AstroPaolo ha lasciato il suo saluto allo spazio, un semplice “Arrivederci”, nell’ultimo dei numerosi tweet che ha inviato durante la missione Vita, dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi).
L’astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa) è entrato con i suoi colleghi nella navetta russa Soyuz MS-05, che alle 6:15 italiane si è sganciata, come riporta l’Ansa nella sua diretta,  dalla Stazione Spaziale. Per Paolo Nespoli la navetta  è semplicemente ‘Scotty’, come l’ha chiamata in un tweet riferendosi a uno dei personaggi della saga di Star Trek. L’accensione dei motori e poi l’apertura dei due paracaduti hanno frenato la navetta, atterrata nella steppa del Kazakhistan.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui