Cabtutela.it
acipocket.it

E’ partita per il 2018 la nuova iniziativa Anmic-Bari di partecipazione, condivisione e denuncia “Scatta la barriera!” che coinvolge tutto il territorio di Bari città metropolitana dove tutti sono invitati a segnalare con una foto, un selfie, un video, con una testimonianza gli ostacoli per le persone con disabilità presso i luoghi pubblici, basterà inviare l’immagine a info@anmicbari.it indicando il luogo dove è stata scattata, recapito e nominativo dell’autore della foto.

“L’Associazione si farà promotrice delle denunce e segnalazioni ricevute dai singoli cittadini – sottolinea il presidente Provinciale Anmic Bari Michele Caradonna – nei confronti dell’amministrazione comunale di riferimento e darà ampio risalto sul proprio sito e sui vari social network pubblicando non solo la foto denuncia ma anche la richiesta e la risposta ricevuta dall’amministrazione comunale. Inimmaginabile continuare a pensare che le strutture e i luoghi pubblici non siano attualmente accessibili a tutti.”

L’iniziativa è stata presentata durante il convegno che si è tenuto sabato 16 Dicembre scorso presso l’Hotel Excelsior di Bari dal tema “Disabilità: conoscere i diritti per abbattere le barriere” organizzato dalla Associazione Anmic di Bari per la tutela delle persone con disabilità.

Sono intervenuti il dott. Francesco Nardulli Direttore del Servizio Igiene e Sanità pubblica Area Sud dell’Asl-Ba, l’avv. Marco Valente, consulente legale Anmic Bari, il dott. Giovanni Turi, responsabile Area Puglia per la Digital connect e learning, Michele Caradonna Presidente provinciale ANMIC-Bari.

Spunti di riflessione sono stati forniti durante l’evento dall’Associazione Fotografi di Strada, grazie anche all’intervento del suo presidente Giuseppe Di Bari che ha presentato per l’occasione una mostra “la Città a pezzi” che evidenzia le contraddizioni della città di Bari, tra sviluppo e degrado, tra luoghi di partecipazione e divulgazione della cultura e luoghi pubblici e privati ancora inaccessibili alle persone con disabilità.

A conclusione è stata presentata anche l’ultimissima edizione del libro di Fabio De Nunzio “Sotto il segno della Bilancia-3” che ospita anche un capitolo in cui l’Associazione Anmic-Bari ripercorre le tappe di un impegno portato avanti per migliorare le condizioni in essere delle persone con obesità che spesso determina anche una situazione invalidante.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui