Cabtutela.it
acipocket.it
agricoladiniso.it

Il buon approccio al match, il gruppo unito, la volontà di rimontare posizioni. Ma anche la necessità di rischiare meno e chiudere prima partite giocate bene, almeno per ampi tratti. C’è tutto questo nelle dichiarazioni del portiere del Bari, Alessandro Micai, e del tecnico Fabio Grosso dopo l’1-0 casalingo sulla Virtus Entella, che ha portato i biancorossi a 60 punti, momentaneamente a -3 dalla zona A.

“Dobbiamo cercare di chiudere prima le partite – ha detto Micai – per evitare di farci male. In questo rush finale, i punti contano e occorre, come detto, mettere al sicuro prima il risultato. In compenso, siamo stati padroni del gioco per lunghi tratti della gara. Mi fa piacere aver dato il mio contributo con qualche parata importante. Un risultato che, speriamo, abbia portato un po’ di gioia ai tifosi. Per noi è sicuramente un’iniezione di fiducia. Sono sicuro che questa squadra farà bene anche a Palermo. L’abbraccio dopo il gol? E’ la dimostrazione che siamo un gruppo unito e compatto. Palermo? E’ un avversario ferito che avrà voglia di rifarsi. Noi però vogliamo dire la nostra”.

“Stasera sono molto contento della prestazione – le parole del tecnico del Bari, Fabio Grosso -. Abbiamo iniziato la gara con intensità e aggressività. Volevamo fortemente questi punti, molto importanti. Abbiamo 60 punti in classifica e non sono pochi. Possiamo continuare a far bene e non vogliamo fermarci. Balkovec? In rosa abbiamo dei ragazzi interessanti che potranno essere il futuro di questa società. Al di là del gol, ha fatto una partita piena sia in fase difensiva che offensiva. Questa città saprà apprezzare quello che la squadra sta facendo. Abbiamo ottenuto continuità di risultati e vogliamo crescere ancora. Abbiamo le qualità per farlo. Non guardiamo ne avanti ne dietro, vogliamo provare a scavalcare chi sta davanti, guardandoci alle spalle”.

All’orizzonte c’è il duello di Palermo, contro una diretta concorrente per la serie A. “Sarà un match difficilissimo. Sono contento di ritornare in un’ambiente a me caro. Però, ora rappresento una città altrettanto importante che ha voglia di fare bene. Sicuramente, sarà una partita in cui troveremo un avversario con un spirito di rivalsa. Ultimamente, abbiamo però fatto bene fuori casa”.


© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

ConfagricolturaBari
CattolicaBari

LASCIA UN COMMENTO:

Scrivi il tuo commento
Il tuo nome qui