Il centrodestra chiede al sindaco Antonio Decaro di applicare la legge 48/17 che aumenta le competenze del Comune per contrastare la prostituzione stradale, l’accattonaggio molesto e i parcheggiatori abusivi. Questa mattina i consiglieri comunali Carrieri, Picaro, Caradonna si sono incontrati in viale Pasteur, al Quartierino, una zona in cui sono presenti le prostitute anche di pomeriggio.

L\'articolo continua sotto alla pubblicità Storia d'Italia

“L’ordinanza contro il mercato nero del sesso è già pronta”, ha commentato Michele Picaro, consigliere comunale di centrodestra. “Riproponiamo l’ordinanza in base alle migliori ordinanze italiane”, ha concluso Michele Caradonna.

© RIPRODUZIONE ANCHE PARZIALE RISERVATA - Borderline24 Il giornale - Ti invitiamo a usare i bottoni di condivisione e a non copiare l'articolo.

caricamento...

1 COMMENTO

  1. Affermo che, anche con le nuove disposizioni legislative, le Ordinanze Sindacali ed i Regolamenti di Polizia Urbana devono essere conformi ai principi generali dell’Ordinamento, secondo i quali la prostituzione su strada non può essere vietata in maniera vasta ed indeterminata. Di conseguenza, i relativi verbali di contravvenzione possono essere impugnati in un ricorso. In più per le medesime ragioni, i primi provvedimenti suddetti non possono essere emessi per problematiche permanenti ed i secondi non possono riguardare materie di sicurezza e/o ordine pubblico.
    P.S. I relativi soggetti possono essere sanzionati per evasione fiscale, anche per le tasse locali (art. 36 comma 34bis Legge 248/2006, come chiarificato dalla Cassazione con la Sentenza n. 10578/2011).
    Inoltre, che male fanno le prostitute maggiorenni e consenzienti ed i loro clienti sulle strade, se non compiono intralcio al traffico e/o atti osceni sotto la vista pubblica? Basta con quest’assurda “Meretriciofobia”!
    Voglio sottolineare che gli avvalenti delle meretrici in Italia sono ben undici milioni dei quali nove milioni affezionati alle stradali, che sono le più economiche di tutte. Quindi, cari politici, in considerazione del fatto che nove milioni di votanti non sono pochi e che a fare la differenza sono proprio gli elettori indecisi, OCCHIO AI VOTI, ai tesseramenti ed anche al 2 PER MILLE IRPEF.

LASCIA UN COMMENTO:

Please enter your comment!
Please enter your name here